Cinematografia e Spettacolo

Panoramica del corso

Dipartimento di: Progettazione e Arti Applicate

Scuola di: Cinema, Fotografia, Audiovisivo

Durata: 2 anni

Totale crediti: 120

Il coordinatore del corso

Prof. Luca Valerio

Dal 1999 si occupa di sperimentazione del linguaggio video. Laureato in Economia e poi diplomato all’Accademia di Belle Arti, si specializza nella didattica (corso di perfezionamento in Metodologia e Didattica degli Audiovisivi). Si occupa dei nuovi linguaggi dell’arte, in particolar modo delle nuove tecnologie e del video digitale, seguendo gli studenti nella produzione e realizzazione […]
Scopri di più
Prof. Luca Valerio

Obiettivi formativi

Il corso ha l’obiettivo di formare negli allievi competenze e professionalità qualificate nell’ambito cinematografico e dello spettacolo.
Le richieste di un mercato sempre più complesso e il diffondersi delle neo-tecnologie nelle produzioni dell’immaginario artistico, hanno generato un processo di mutazione nelle funzioni sociali e nei modi di produzione dei tradizionali generi artistici, condizionando i processi lavorativi legati all’industria della cultura, in particolare nel settore cinematografico e dell’audiovisivo.
I diplomati del corso dovranno:
– possedere un’adeguata padronanza tecnico operativa, di metodi e contenuti relativamente ai settori di lavoro che gravitano attorno alla preparazione, alla produzione e alla postproduzione di un’opera cinematografica;
– possedere strumenti metodologici adeguati all’acquisizione di competenze specifiche per attivare e seguire tutte le fasi della preparazione di un’opera
cinematografica;
– essere in grado di utilizzare efficacemente le conoscenze acquisite per seguire i lavori di produzione che presiedono alla realizzazione di un’opera cinematografica;
– possedere adeguate competenze e strumenti atti a controllare tutte le fasi della postproduzione di un’opera filmica.
Il corso in tal senso si propone di trasmettere agli studenti competenze specialistiche e la conoscenza di tecniche e modelli organizzativi e
professionali, affinché un progetto si trasformi in un prodotto multimediale destinato ai vari mercati cinematografici italiani e stranieri. La produzione filmica, e dell’audiovisivo in genere, pur essendo una vocazione artistico-culturale, si rivolge ad un pubblico con aspirazioni e stili di fruizione
sempre diversi ed è inserita in un mercato con precise leggi economiche, che ne influenzano lo sviluppo e l’evoluzione. La realizzazione di un prodotto multimediale richiede pertanto l’acquisizione di strumenti tecnici, gestionali e razionali necessari per la moderna attività di marketing
strategico che consenta all’impresa dell’audiovisivo di fronteggiare le varie dinamiche competitive e di raggiungere obiettivi di redditività e autofinanziamento.

Prospettive occupazionali

Per quanto attiene alle competenze specialistiche il corso intende proporre sul mercato del lavoro una figura professionale con competenze tecnico-artistiche, ma anche gestionali e imprenditoriali, capaci di operare all’interno di Istituzioni Pubbliche e Private, e in piena sinergia con gli enti territoriali. Essendo i diplomati del corso forniti delle competenze necessarie, potranno svolgere attività in diversi ambiti professionali dello spettacolo: da addetti alla produzione (ispettore di produzione, direttore di produzione) a organizzatori di produzione. I diplomati potranno inoltre agire nell’ambito dell’equipe tecnica che presiede alla formazione del film, dalle competenze di agenti dello spettacolo, alla figura del casting director, fino a toccare fasi operative e creative in qualità di registi.

Requisiti d'accesso

Si accede al corso di diploma accademico di secondo livello in “Cinematografia e Spettacolo” con il diploma accademico quadriennale, del vecchio ordinamento, o con il diploma accademico di primo o secondo livello conseguito presso le Accademie di Belle Arti, tramite una prova di ammissione. I diplomati al triennio di Fotografia e video, Teorie e tecniche dell’audiovisivo e Arti multimediali e tecnologiche accedono direttamente senza prova di ammissione.
Il corso è aperto anche ai laureati in altre discipline, DAMS, ISIA, e Università della Comunità Europea o studenti che provengano da università straniere, purché abbiamo conseguito non meno di 180 CFU. L’esame di ammissione al corso consiste in un colloquio con una commissione di docenti di discipline caratterizzanti, finalizzato a valutarne le motivazioni e le attitudini. La valutazione si orienterà anche sull’analisi di: cartella artistica, book, video (videoclip, documentari, cortometraggi, mediometraggi, lungometraggi) presentati dai candidati.

Tipologia della prova finale

La prova finale consiste nella discussione di una tesi teorica sulla cinematografia da concordare con il relatore e nella realizzazione di un progetto pratico, cortometraggio o mediometraggio, da concordare con il relatore.

Il piano degli studi

Esplora il corso

    Benvenuto sul nuovo sito dell’Accademia di Belle Arti di Roma!

    Il sito è attualmente in fase di ottimizzazione.
    Se non trovi qualche contenuto torna al nostro vecchio sito: old.abaroma.it