Culture e Tecnologie della Moda – Indirizzo Fashion Design

Panoramica del corso

Dipartimento di: Progettazione e Arti Applicate

Scuola di: Progettazione artistica per l’impresa

Durata: 2 anni

Totale crediti: 120

Il coordinatore del corso

Prof.ssa Sara Chiarugi

Scopri di più
Prof.ssa Sara Chiarugi

Obiettivi formativi

Il corso di secondo livello in Culture e Tecnologie della Moda si pone come naturale specializzazione del percorso formativo del triennio in Culture e Tecnologie della Moda, approfondendo e consolidando le competenze già acquisite nel corrispondente corso di primo livello e definendo ulteriormente le conoscenze specifiche, in vista di una più mirata e qualificata preparazione professionale. Il corso si articola, infatti, in tre distinti indirizzi: Fashion Design, Costume per lo Spettacolo e Design del Gioiello.
L’indirizzo Fashion Design mira a formare figure professionali capaci di ideare, progettare e realizzare una collezione, utilizzando criticamente strumenti e linguaggi diversi e considerando la moda come un sistema culturale complesso. L’attività didattica avrà come obiettivo conoscenze avanzate e l’uso delle tecniche che consentano una pratica professionale del progetto e della realizzazione degli abiti e degli accessori, nonché le specifiche competenze richieste per operare nell’ambito della comunicazione collegata al mondo della moda. I diplomati del corso, saranno avviati non solo verso carriere tipiche del fashion design, ma anche verso quelle relative alla comunicazione, al marketing, alla previsione delle tendenze, al settore tessile, al management ecc. Per iscriversi al corso è necessario aver conseguito un Diploma di primo livello in Cultura e tecnologia della moda, altrimenti si dovrà sostenere una prova d’accesso.

Prospettive occupazionali

I diplomati del corso saranno avviati non solo verso carriere nell’ambito specifico del design della moda, ma anche verso altri settori professionali come la comunicazione, il marketing, la previsione delle tendenze, la direzione creativa, i tessili, la produzione, il management. Intento del corso è far emergere le culture della moda come un campo interdisciplinare e, allo stesso tempo, specifico, che in prospettiva rimandi a professionalità altrettanto specifiche, quali ad esempio fashion designer, fashion designer digitale, stilista, illustratore, modellista, nonché fashion stylist, cioè responsabile dell’immagine del marchio, o “uomo- prodotto”; fashion editor (ideatore ed operatore di progetti editoriali per la moda, grafici e fotografici); curatore museale per le collezioni di moda e di costumistica teatrale; organizzatore di eventi (mostre, sfilate) nei quali la moda assume un carattere apertamente spettacolare.

Requisiti d'accesso

Si accede al corso di secondo livello in “Culture e tecnologie della moda” se si è in possesso di diploma accademico di primo livello in “Culture e tecnologie della moda”c.
Una commissione composta da docenti del corso valuterà i singoli casi degli aspiranti al corso in possesso di altri diplomi accademici.

Tipologia della prova finale

La prova finale prevede la realizzazione di una parte teorica scritta realizzata a stretto contatto con il relatore e da una parte pratica che prevede la realizzazione di outfit ed elaborati da concordare con i docenti. Le fasi, progettuale e realizzativa, e il prodotto finale dovranno essere in linea con il livello avanzato del corso.

Il piano degli studi

Esplora il corso

    Benvenuto sul nuovo sito dell’Accademia di Belle Arti di Roma!

    Il sito è attualmente in fase di ottimizzazione.
    Se non trovi qualche contenuto torna al nostro vecchio sito: old.abaroma.it