Eventi

Colori e Mestieri delle Arti Multimediali

Organizzato nell’ambito della Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte
A cura della prof.ssa Elena Giulia Rossi

Condividi su:
Quando: 26/01-26/01/2023
dalle 12:00 alle 14:00
Dove: Abaroma, Campo Boario Aula 1A, Roma
Aperto a tutti gli studenti

Dopo il primo incontro con Marco Cadioli, la serie prosegue con altri due appuntamenti:

Marco Mancuso: Arte e intelligenza artificiale
Mercoledi 25 gennaio, 15.30 – 17.30, online su Teams

Vai al link

Anna Maria Monteverdi: L’anarchivio del teknoartista Giacomo Verde
Giovedì 26 gennaio, h.12.00-14.00, in presenza a Campo Boario, aula 1A

Marco Mancuso, attivo dagli anni ’90 come curatore, teorico e, dal 2005 fondatore e direttore della rivista Digicult, nell’ambito di una ricerca rivolta alle forme di contaminazione con la ricerca tecno-scientifica e nel dialogo con linguaggi disciplinari “altri”, definisce i contorni dell’AI Art attraverso un percorso ricco di riferimenti, riflessioni e casi studio. Mancuso si addentrerà nella ricerca estetica, poetica ed espressiva, del rapporto tra arte e sistemi computazionali ad autonomia crescente e delle nuove forme di autorialità. Introdurrà l’evoluzione del rapporto persona-macchina e le illimitate possibilità produttive tra forme di intelligenza organica e inorganica e i possibili bias culturali e cognitivi con l’obiettivo di una differente etica relazionale e di nuove frontiere e impensate dimensioni della ricerca e del mercato.

Anna Maria Monteverdi condurrà i partecipanti in un viaggio nel cuore della sperimentazione del ‘teknoartista’ Giacomo Verde. Riflettere sperimentando ludicamente sulle mutazioni tecno-antropo-logiche in atto, creare connessioni tra i diversi generi artistici sono state la cifra dell’approccio creativo dell’artista. Questa attitudine giocosa e sperimentale lo ha portato ad essere iniziatore di generi come il ‘tele-racconto’, performance teatrale che coniuga narrazione, micro-teatro e macro ripresa in diretta (tecnica utilizzata anche per video-fondali-live in concerti, recital di poesia e spettacoli teatrali), e autore di ‘oper’azioni’ pionieristiche di net art, videoarte, tekno-performances, spettacoli teatrali, installazioni, laboratori didattici.

Marco Mancuso è critico e curatore di arte contemporanea, nel rapporto con tecnologia e scienza e nel dialogo con gli ambiti del design, dell’architettura e del suono. Docente presso l’Accademia di Belle Arti di Bergamo, l’Università di Bologna e il Node Center for Curatorial Studies di Berlino, è dottore di ricerca in Culture Digitali presso l’Università Iuav di Venezia. Da circa vent’anni si interessa a come il discorso interdisciplinare osserva le diverse modalità con cui la tecnoscienza influenza la società e il rapporto tra essere umano e ambiente, studiando parallelamente l’evoluzione delle dinamiche progettuali, produttive e di mercato della media art e dell’arte digitale. È autore di Arte, tecnologia e scienza, Mimesis 2018 e di Intervista con la New Media Art. L’osservatorio digicult tra arte, design e cultura digitale, Mimesis 2020.

Anna Maria Monteverdi è esperta di Digital Performance, è Professoressa Associata di Storia del Teatro all’Università Statale di Milano (Dipartimento Beni Culturali e Ambientali) e docente di Drammaturgia multimediale e Storia della Scenografia. È fondatrice e direttrice della rivista accademica Connessioni remote dedicata a Arte, Teatro tecnologico e Artivismo. Ha pubblicato: Leggere uno spettacolo multimediale (Dino Audino, 2020), Memoria, maschera e macchina nel teatro di Robert Lepage (Meltemi, 2018), Nuovi media, nuovo teatro (FrancoAngeli, 2011), Rimediando il teatro con le ombre, le macchine, i new media (Giacché, 2014) e, con Andrea Balzola, Le arti multimediali digitali (Garzanti, 2004-2019). È curatrice della mostra Giacomo Verde. Liberare Arte da Artisti (Sp, Camec, 2022).

Il ciclo di incontri “Colori e Mestieri delle Arti Multimediali”, a cura di Elena Giulia Rossi, è organizzato nell’ambito della Scuola di Nuove Tecnologie dell’Arte per indagare le molteplici sfaccettature della produzione multimediale, dal momento creativo alla sua conservazione e immissione nel mercato, attraverso le esperienze più diverse di artisti, curatori, informatici, teorici. Con alle spalle le formazioni più varie, sono tutti attivi nel panorama internazionale delle arti multimediali da più di vent’anni, accomunati da un impegno costante tanto nella teoria quanto nella pratica.

Il ciclo dà diritto ad 1 CFA (con presenza a 5 di 6 incontri)
Per info scrivere a: Elena Giulia Rossi: e.rossi@abaroma.it

Prossimi incontri:

Valentina Tanni: Memestetica
Martedi 21 marzo, ore 12.00 – 14.00 (in presenza Campo Boario)

Carlo Zanni: Arte nell’epoca del Cloud. Intervista con Elena Giulia Rossi
Martedi 4 aprile, h.12.00 – 14.00, online su TEAMS

Antonello Tolve: L’arte nel mercato dell’arte
Martedi 18 aprile, h. 12.00 – 14.00 (in presenza, Campo Boario)

Potrebbe interessarti anche:
martedì
31 gennaio
Eventi • dal 31/01 al 31/01
venerdì
11 novembre