Donato
Marrocco

Insegnamenti:
Corso di:
Plastica Ornamentale
Primo livello
Biografia

Donato Marrocco nato a Frosinone nel 1976, si diploma presso l’ Accademia di belle arti della sua città nel 2004 frequentando il corso di Decorazione.
I suoi primi lavori nascono con la fotografia; produce immagini utilizzando le diapositive sulle quali interviene manualmente. Una “post produzione” analogica! La sperimentazione su pellicola gli apre le porte per una ricerca sulla pittura informale degli anni 70 ,trae ispirazione dalle forme e dai colori che la pellicola gli restituisce. La fotografia è propedeutica alla pittura. Con particolare attenzione ed attraverso numerosi viaggi archivia immagini della natura indagandone i processi di trasformazione. La pittura in questi anni raggiunge la sua più viva produzione utilizzando e sperimentando supporti e colori non convenzionali alle tecniche pittoriche accademiche.
Uno di questi lavori viene selezionato a seguito di un concorso internazionale, per una mostra collettiva a cui seguirà una bi- personale presso la galleria Beniamino Matalon di Milano nel 2007.
Le campiture dei colori utilizzati richiamano le sfumature della terra, l’ocra gialla, la terra di siena bruciata, il bitume, che utilizzati in modo materico ricreano texture e strutture architettoniche naturali. Dal 2008 al 2012 i lavori vengono esposti alla Reggia di Caserta, a Roma e Venezia. Nei successivi anni la ricerca pittorica, ha una evoluzione verso una ricerca più leggera nella scelta dei materiali pur mentendo una incisività nel segno. I supporti sono carte e cartoni naturali gli strumenti fusaggini e carboncini, l’elemento naturale diventa mezzo di indagine. Seguono mostre collettive a Vercelli presso la galleria studio 1 (2016),Museo civico di Bad Hersfeld Germania (2018), casa d’asta Bolli e Romiti (2018),museo Sant’Agostino Genova (2019),partecipa nel frattempo a residenze d’artista in Italia, nello specifico nel 2017 ai Bocs art a Cosenza e nel 2019 a Caramanico (PE).
Collabora dal 2017 con il gruppo Project xx1 per la realizzazione di scenografie per rappresentazioni di teatro immersivo coinvolgendo studenti iscritti al proprio corso di studi.

Dal 2011 è docente del corso di plastica ornamentale nelle Accademie di BB.AA, attualmente di ruolo presso l’Accademia di Roma.

Plastica Ornamentale
Programma

La Plastica Ornamentale si pone sempre nel mezzo tra scultura ed ornamento ed è proprio in questa dimensione ibrida che nasce un dialogo tra stili diversi. Le forme e i contenuti di una elaborazione plastico decorativa si sviluppano sempre in relazione ad ambiente, architettura e natura con particolare attenzione all’utilizzo dei materiali. Lo studio progettuale è propedeutico al processo creativo e alla ricerca artistica, pertanto l’elaborazione dei lavori andrà suddivisa in tre fasi distinte:
approfondimento teorico attraverso la lettura di testi forniti durante le lezioni con delineamento del progetto; elaborazione progettuale corredata da schizzi, bozzetti e fotografie;
esecuzione in laboratorio dell’opera.
I lavori verranno presentati a fine corso in una o più esposizioni contestualmente con altri lavori prodotti dalla scuola di Decorazione in spazi esterni all’Accademia. Tutti i lavori dovranno essere accompagnati da un breve testo introduttivo da distribuire ai visitatori in cui si evincono le fasi seguite dallo studente.
Ogni fase elaborativa sarà oggetto di una valutazione parziale che si sommerà alle successive, insieme costituiranno la base per la votazione finale in sede di esame.
Per sostenere l’esame, lo studente deve raggiungere un necessario rapporto frequenza – crediti accertato sulla base del lavoro svolto e del materiale prodotto.

contatti:
Contattami per email:
d.marrocco@abaroma.it