Valerio, Luca

Prof. Valerio Luca – Docente di seconda fascia

foto

Comunicazioni studenti

I materiali didattici, gli avvisi e le comunicazioni sul sito www.lucavalerio.it

Insegnamento:
Linguaggi Multimediali, Video Editing

 

 

CURRICULUM

Dal 1999 si occupa di elaborazione digitale dell’immagine e sperimentazione del linguaggio video.

Laureato e poi diplomato all’Accademia di Belle Arti, si specializza nella didattica (corso di perfezionamento in Metodologia e Didattica degli Audiovisivi).
Si occupa dei nuovi linguaggi dell’arte, in particolar modo delle nuove tecnologie e del video digitale, seguendo gli studenti nella produzione e realizzazione di opere video.

Invitato nel 1996 alla XII Quadriennale Nazionale di Roma al Palazzo delle Esposizioni, ha esposto in mostre personale collettive in Italia e all’Estero. Nell’ambito dell’attività artistica e culturale dell’Accademia di Belle Arti di Roma ha curato rassegne video e workshop in Linguaggi e Tecniche degli Audiovisivi, realizzato documentari, video d’arte e video commerciali.

Ha curato il montaggio dei film di Giovanni Sansone “Fosforillasi” (2009) e “Attraverso o specchio” (2011), che hanno ricevuto il riconoscimento di Progetto Speciale dal Ministro per i Beni e le Attività Culturali e un contributo della Direzione Generale per il Cinema.

 

 

DIGITAL VIDEO ABTEC40 – Triennio Fotografia e Video

prof. Luca VALERIO – a.a. 2017/2018

 

PROGRAMMA DIDATTICO

 

Il Corso si pone come obiettivo l’analisi dei linguaggi audiovisivi, delle tecniche di ripresa e la loro applicazione finalizzata alla realizzazione di un prodotto multimediale.

 

Il Corso si articola in due sezioni, la prima di carattere teorico sul linguaggio audiovisivo, la seconda di carattere pratico per la concreta realizzazione di un prodotto audiovisivo. Partendo dall’analisi del linguaggio audiovisivo e da come i meccanismi della comunicazione sono cambiati con l’utilizzo dell’immagine video, si sperimenteranno le fondamentali tecniche di ripresa video. Si vuole fornire agli studenti gli strumenti metodologici e tecnici per seguire le diverse fasi di realizzazione di un prodotto digitale multimediale.

 

Argomenti delle lezioni teoriche (realizzate con presentazioni multimediali e esempi di opere cinematografiche e video):

  • Origini e storia dell’audiovisivo: dalla nascita alla codificazione di un linguaggio
  • Il cinema sintesi delle arti
  • Il video dalle prime sperimentazioni al digitale
  • Scolpire il tempo
  • Un altro spazio
  • Il corpo in movimento
  • Il suono
  • Digitale e Analogico: definizione di nuovi standard tecnologici
  • Il video come forma autonoma di espressione artistica

 

Parte integrante del corso è la visione di film negli spazi dell’Accademia e nelle sale cinematografiche. Durante il corso verranno segnalati film da vedere durante la settimana che saranno poi discussi nella lezione successiva. Saranno contestualmente consigliati brani di letteratura utili a approfondire gli argomenti trattati.

 

Nell’ambito dell’attività pratica, all’inizio di ciascun anno accademico verrà definito un tema su cui lavorare e, analizzando come gli artisti hanno affrontato lo stesso tema, verranno forniti gli strumenti tecnici e spunti di riflessione per sperimentare praticamente gli assunti teorici.

Gli studenti concorderanno con il docente del Corso un progetto multimediale che periodicamente verrà sottoposto a revisione. Il prodotto sarà oggetto di valutazione in sede d’esame.

 

Per il superamento del Corso lo studente dovrà dimostrare la conoscenza approfondita del libro di testo e delle dispende fornite dal docente nel corso dell’anno. Al termine delle lezioni gli studenti saranno sottoposti a un test a risposta multipla per verificarne la preparazione teorica. Una volta superato il test lo studente verrà ammesso all’esame finale consistente nella verifica delle sue capacità tecniche e nella discussione dell’elaborato video richiesto.

La valutazione finale terrà conto del risultato del test e della valutazione del lavoro video presentato.

In sede d’esame verrà discusso il progetto presentato e i film consigliati a lezione.

 

Bibliografia consigliata:

Gianni Rondolino, Dario Tomasi, Manuale del film, Utet Università, Novara, De Agostini, 2011;

 

Bibliografia di approfondimento:

Burch Noël, Prassi del cinema, Il Castoro, 2000.

Testi di approfondimenti di argomenti specifici saranno individuati durante il corso.


Video editing ABTEC43 – Triennio

prof. Luca Valerio – a.a. 2017/2018

 

PROGRAMMA DIDATTICO

 

Il Corso si pone l’obiettivo di fornire agli studenti gli strumenti metodologici e tecnici per realizzare un montaggio video.

 

Il programma si articola in due sezioni, la prima di carattere teorico sulla storia e l’estetica del montaggio, la seconda di carattere pratico in cui, dopo aver illustrato alcuni aspetti metodologici dell’utilizzo del digitale nelle arti visive, si affronta l’intero processo di postproduzione video dalla fase di acquisizione all’esportazione per la concreta realizzazione di un montaggio. Gli studenti, al termine del Corso, dovranno essere in grado di realizzare un montaggio video e conoscere le regole fondamentali di costruzione di un audiovisivo.

 

Argomento delle lezioni (realizzate con presentazioni multimediali e esempi di opere cinematografiche e video):

– Storia del montaggio:

editing lineare e non lineare, nascita del montaggio, digitale e analogico, definizione di nuovi standard tecnologici, muto e sonoro, cinema moderno e cinema sperimentale, stili di montaggio, l’arte elettronica nell’epoca della riproducibilità tecnica – la video arte dalle prime sperimentazioni al digitale.

– Estetica del montaggio:

il linguaggio del cinema, decoupage e collage, montaggio narrativo, discorsivo e per corrispondenze, gli strumenti, il montaggio invisibile, montaggio alternato e parallelo, il tempo cinematografico, immagini e suoni, editing e grafica.

– Tecniche di Video editing:

video analogico e digitale, acquisizione, compressione e formati, tecniche di editing; continuità di montaggio, effetti e transizioni, titoli, post-produzione audio, rendering ed esportazione, creazione di un dvd.

Principali software utilizzati: FinalCut, Adobe Premiere, DVD Studio Pro.

 

Parte integrante del corso è la visione di film negli spazi dell’Accademia e nelle sale cinematografiche.

 

Allo studente, sotto la supervisione del docente, viene richiesta la realizzazione di un montaggio video, utilizzando le  tecniche illustrate. Per gli indirizzi che prevedono l’assegnazione di 8 crediti è richiesta la realizzazione di due progetti video.

 

Per il superamento del Corso lo studente dovrà dimostrare la conoscenza approfondita del libro di testo e delle dispende fornite dal docente nel corso dell’anno. Al termine delle lezioni gli studenti saranno sottoposti a un test a risposta multipla per verificarne la preparazione teorica. Una volta superato il test lo studente verrà ammesso all’esame finale consistente nella verifica delle sue capacità tecniche e nella discussione dell’elaborato video richiesto.

 

 

Bibliografia consigliata:

Diego Cassani , Manuale del montaggio, Milano, Utet Universitaria, 2000;

 

Bibliografia di approfondimento:

G.Millar, K.Reisz, La tecnica del montaggio cinematografco, Torino, Lindau ed., 2001;

Vincent Amiel, Estetica del montaggio, Torino, Lindau ed., 2006.

Testi di approfondimenti di argomenti specifici saranno individuati durante il corso.

Bibliografia di approfondimento dei diversi corsi

Gianni Rondolino, Dario Tomasi, Manuale del film, Utet Università, De Agostini, 2011;

Burch Noël, Prassi del cinema, Il Castoro, 2000.

Arcangelo Mazzoleni, Il movimento della macchina da presa, Dino Audino Editore, 2004;

Arcangelo Mazzoleni, l’ABC del linguaggio cinematografico, Dino Audino Editore, 2005.

Burch Noël, Prassi del cinema, Il Castoro, 2000;

Gilles Deleuze, Che cos’è l’atto di creazione?, Cronopio, 2009;

Gilles Deleuze, L’immagine-movimento, Ubulibri, 1984;

Gilles Deleuze, L’immagine-tempo, Ubulibri, 1984;

Roland Bartes, Sul cinema, Il nuovo melangolo, 1997;

Béla Balazs, Il Film. Evoluzione ed essenza di un arte nuova, Einaudi, 2002;

André Bazin, Che cosa è il cinema, Garzanti, 1999;

Antonio Costa, Saper vedere il cinema, Bompiani, 2011;

Sergej M. Ejzenstejn, Lezioni di regia, Einaudi, 2000;

Orson Welles, It’s all true, Minimum fax, 2005;

Francois Truffat, Il cinema secondo Hitchcock, Il Saggiatore, 2014;

Federico Fellini, Fare un film, Einaudi, 1980;

Jean-Luc Godard, Introduzione alla vera storia del cinema, Pgreco, 2012;

Massimo Moscati, Breve storia del cinema, Bompiani, 2000;

Vigilio Tosi, Il cinema prima del cinema, l Castoro, 2006;

Gabriele Coassin, Video digitale. La ripresa, Apogeo, 2007;

Paul Wheeler, Manuale di ripresa digitale, Dino Audino Editore, 2006;

Joseph V. Mascelli, l’ABC della ripresa cinematografica, Dino Audino Editore, 2005;

Diego Cassani , Manuale del montaggio, Utet Universitaria, 2000;

G.Millar, K.Reisz, La tecnica del montaggio cinematografco, Lindau ed., 2001;

Vincent Amiel, Estetica del montaggio, Lindau, 2006;

AA.VV., Estetica del film, Lindau, 2009;

Guy Gauthier, Storia e pratiche del documentario, Lindau, 2009;

Bill Nichols, Introduzione al documentario, Il Castoro, 2006;

Jean-Louis Comolli, Vedere e potere, Donzelli Editore, 2006;

Luca Fantini, Fare un documentario, Dino Audino Editore, 2005;

Cristina Formenti, Il mokumentary. La fiction si maschera da documentario, Mimesis, 2013;

Ivelise Perniola, L’era postdocumentaria, Mimesis, 2014;

Valeria De Rubeis, Vedere digitale, Dino Audino Editore, 2005;

Barbara Maio, Christian Uva, L’estetica dell’ibrido. Il cinema contemporaneo tra reale e digitale, Bulzoni editore, 2003;

Walter Murch, In un batter d’occhi una prospettiva sul montaggio cinematografico nell’era digitale, Lindau, 2007;

Vittorio Fagone, L’immagine video. Arti visuali e nuovi media elettronici, Feltrinelli, 1990;

Valentina Valentini (a cura di),  Le storie del video, Bulzoni editore, 2003;

Valentina Valentini (a cura di),  Le pratiche del video, Bulzoni editore, 2003;

Valentina Valentini, Video d’autore. Luoghi, forme, tendenze dell’immagine elettronica, Gangemi, 1994;

Valentini Valentina, Cosetta G.Saba, Medium senza Medium. Amnesia e cannibalizzazione: il video dopo gli anni Novanta, Bulzoni, 2015;

La coscienza luccicante. Dalla videoarte all’arte interattiva, catalogo a cura di Paola Sega Serra Zanetti e Maria Grazia Tolomeo, Palazzo delle Esposizioni, Roma, Gangemi editore, 1998;

Maria Rosa Sossai,  Artevideo. Storie e culture del video d’artista in Italia, Silvana Editoriale, 2002;

Andrea Balzola, F. Prono, La nuova scena elettronica. Il video e la ricerca teatrale in Italia, Rosemberg & Sellier, 1994;

Marshall Mc Luhan, Gli strumenti del comunicare, Il Saggiatore, 1967/1987;

Lorenzo Taiuti, Arte e media. Avanguardie e comunicazione di massa, Costa&Nolan, 1996;

Lorenzo Taiuti, Corpi sognanti. L’Arte nell’epoca delle tecnologie digitali, Costa&Nolan, 1996;

Mario Costa, L’estetica dei media. Avanguardie e tecnologia, Castelvecchi, 1999.

 

Curriculum artistico-professionale e didattico

Luca Valerio

 

Dal 1999 si occupa di elaborazione digitale dell’immagine e sperimentazione del linguaggio video.

 

Laureato in Economia e Commercio e poi diplomato all’Accademia di Belle Arti, si specializza nella didattica (corso di perfezionamento in Metodologia e Didattica degli Audiovisivi).

Si occupa dei nuovi linguaggi dell’arte, in particolar modo delle nuove tecnologie e del video digitale, seguendo gli studenti nella produzione e realizzazione di opere video.

 

Invitato nel 1996 alla XII Quadriennale Nazionale di Roma al Palazzo delle Esposizioni, ha esposto in mostre personale collettive in Italia e all’Estero. Nell’ambito dell’attività artistica e culturale dell’Accademia di Belle Arti di Roma ha curato rassegne video e workshop in Linguaggi e tecniche degli audiovisivi e in Documentazione audiovisiva, realizzato documentari e video d’arte.

Per l’Accademia di Belle Arti di Roma ha realizzato Punti di vista. Venezia – Kassel – Munster – 2007 – documentario della 52^ Biennale di Venezia, di Documenta 12  di Kassel e dello Skulpur Project di Munster n.6 (lungometraggio). Dal 2008 al 2012 ha collaborato con Cooperativa Sociale Integrata “Matrioska” per cui ha curato la Direzione delle Riprese e Montaggio di numerosi documentari.

 

Docente di ruolo di II^ fascia in Anatomia Artistica, dal 2004 docente incaricato in insegnamenti legati alle nuove tecnologie, dal 2009 insegna Linguaggi Multimediali, Video Editing e Tecniche di Documentazione Audiovisiva all’Accademia di Belle Arti di Roma.

e-mail: studenti@lucavalerio.it