Pisani, Linda

Curriculum:

TITOLI DI STUDIO
Dottorato di ricerca: Università degli studi di Pisa, 2002
Tesi dal titolo: Francesco di Simone Ferrucci: indagini su uno scultore fiorentino fra 1460 e 1490
ca
Specializzazione in Storia dell’arte: Università degli studi di Siena, 1998
Tesi dal titolo: La Produzione dello Pseudo – Ambrogio di Baldese
votazione: 70/70 e lode.
Laurea in Lettere: Università Cattolica del Sacro Cuore – Milano, 1994
Votazione: 110/110 e lode.
Tesi dal titolo: Priamo della Quercia e la Pittura fra Pisa e Siena nel secondo quarto del XV secolo
2
ALTRI TITOLI
Abilitazione all’insegnamento: Storia dell’Arte (classe 61A) nelle scuole secondarie superiori in
seguito al concorso ordinario, Firenze 2001
votazione: 60/80
Dal settembre 2005 al 2011 studiosa associata presso il Kunsthistorisches Institut di Firenze
PUBBLICAZIONI
Libri
Francesco di Simone Ferrucci. Itinerari di uno scultore fiorentino fra Toscana, Romagna e
Montefeltro, Firenze, Olschki, 2007
Articoli, saggi e curatele
La peinture à Pise entre 1250 et 1320, in D’Or et d’Ivoire. Paris, Pise, Florence, Sienne, catalogo
della mostra (Musée du Louvre Lens 2015), a cura di M. Marguerite e X. Dectot, Gand 2015, pp.
214-227.
La punizione di Niobe all’Accademia di Carrara e il suo contesto internazionale, in L’Accademia
di Belle Arti di Carrara e il suo patrimonio, catalogo della mostra a cura di L. Meloni, Milano
2015, pp. 65-79.
Nell’orbita di Andrea del Verrocchio: appunti per la scultura a Pistoia fra 1470 e 1520, in Il museo
e la città. Vicende artistiche pistoiesi del Quattrocento, Pistoia 2013, pp. 97-118.
Le due firme del pittore pistoiese Antonio di Vita, in ‘Opera Nomina Historiae’
(http://onh.giornale.sns.it), 2, 2011 (2013).
Indagini sul polittico di Santa Bonda, in Sano di Pietro. Qualità, devozione e pratica nella pittura
senese del Quattrocento, giornate di studi Siena-Asciano, atti della giornata di studio (5-6 dicembre
2005), a cura di G. Fattorini, Milano 2012, pp. 165-185.
Leo Planiscig e Desiderio da Settignano, in Desiderio da Settignano, atti del convegno (Firenze,
Kunsthistorisches Institut 2007) a cura di G. Wolf, B. Paolozzi Strozzi, J. Connors, A. Nova,
Venezia 2012, pp. 289-298.
Osservazioni sulla Madonna di Pontremoli di Agostino di Duccio, in Per un nuovo Agostino di
Duccio. Studi e documenti, a cura di A. Calzona e M. Ceriana, atti del convegno (Mantova, 17-18
ottobre 2008), Verona 2012, pp. 107-118.
Diramazioni e divagazioni verrocchiesche: un modello molto fortunato in Su Lorenzo da Viterbo e
Piermatteo d’Amelia. Ricerche in Abruzzo, Lazio, Marche, Umbria, a cura di G. de Simone, F.
Marcelli, Predella 4, Pisa 2011, pp. 197-209, tavv. LXXVIII-LXXXVI.
3
Testi e curatela del catalogo e della mostra Cecco di Pietro e i fondi oro di Palazzo Blu (Pisa
Palazzo Blu 24 settembre- 30 ottobre 2011) Firenze, Giunti, 2011.
Un’insolita decollazione per Borghese di Piero, lucchese d’adozione, in ‘Nuovi Studi. Rivista di
arte antica e moderna’, 16, 2011, pp. 21-26.
Curatela del numero 27 (http://predella.arte.unipi.it) Primitivi pisani fuori contesto della rivista
Predella (con interventi di vari autori), rieditato in Primitivi pisani fuori contesto numero 1 a
stampa della rivista Predella.
Opere perdute o lontane: il Trecento pisano fuori contesto, in ‘Predella. Primitivi pisani fuori
contesto’ a cura di Linda Pisani, http://predella.arte.unipi.it (ripubblicato con aggiunte in ‘Predella-
Primitivi toscani fuori contesto’, a cura di L. Pisani, I, 2010, 1, pp. 11-14).
Nuove proposte per il polittico di Agnano di Cecco di Pietro, in ‘Predella. Primitivi pisani fuori
contesto’, a cura di Linda Pisani, http://predella.arte.unipi.it (ripubblicato con aggiunte in Predella-
Primitivi toscani fuori contesto, a cura di L. Pisani, I, 2010, 1, pp. 21-30).
Una scheda per il Maestro di San Torpè a Providence, in ‘Predella. Primitivi pisani fuori contesto’,
a cura di Linda Pisani, http://predella.arte.unipi.it (ripubblicato con aggiunte in ‘Predella-Primitivi
toscani fuori contesto’, a cura di L. Pisani, I, 2010, 1, pp. 85-96).
Un nuovo polittico di Francesco Traini, in ‘Nuovi Studi. Rivista di arte antica e moderna’, 13,
2008, pp. 7-14.
Echi pisani di Lorenzo Monaco, in atti del convegno Intorno a Gentile da Fabriano e a Lorenzo
Monaco. Nuovi studi sulla pittura tardogotica, a cura di D. Parenti, Livorno, pp. 76-87.
San Giovannino Battista nei busti del Rinascimento fiorentino, in Integrität und Fragment. Kopf
und Büste vom Mittelalter bis zum 18. Jahrhundert, atti del convegno (Kunsthistorisches Institut in
Florenz 2005), a cura di J. Kohl e R. Müller, Berlino 2007, pp. 215-238.
The Exchange of Models in Florentine Workshops of the Quattrocento: The Text of a Sheet from
‘Verrocchio’s Sketchbook’ in ‘Journal of the Warburg and Courtauld Institut’ LXVII, 2004 (2006),
pp. 269-274.
Appunti su Agnolo di Polo, in ‘Zbornik za umetnostno zgodovino. Art History Journal- Ljubliana’,
XL, 2004, pp. 114-126.
Per il ‘Maestro delle Madonne di marmo’: una rilettura ed una proposta di identificazione, in
‘Prospettiva’, 106-107, 2002, pp. 144-165.
Domenico Rosselli a Firenze e nelle Marche, in ‘Prospettiva’, 2001 (2002), 102, pp. 49-66.
L’arte di Masolino e l’arte di Masaccio: un dialogo e il suo contrario (vent’anni di studi e ricerche)
in A. Baldinotti – A. Cecchi – V. Farinella, Masaccio e Masolino. Il gioco delle parti, Five
Continents Editions, Milano 2002, pp. 189-206.
In Margine a Matteo Civitali:Indagini sulla scultura a Lucca nella seconda metà del XV secolo in
Lucca città d’arte ed i suoi archivi. Opere d’arte e testimonianze documentarie dal Medioevo al
4
Novecento (atti del convegno ‘Storia dell’arte e Ricerca d’archivio a Lucca’ presso il
Kunsthistorisches Institut in Florenz), a cura di M. Seidel – R. Silva, Venezia 2001, pp. 211-232.
Pittura tardogotica a Firenze negli anni Trenta del Quattrocento: il caso dello Pseudo – Ambrogio di
Baldese in ‘Mitteilungen des kunsthistorischen Institutes in Florenz’, XLV, 2001 (2002) 1-2, pp. 1-36.
Pittura a Pescia e dintorni fra la fine del XIV e l’ inizio del XV secolo, in ‘Sumptuosa Tabula Picta.
Pittori a Lucca fra gotico e rinascimento’, catalogo della mostra, Livorno 1998, pp. 98-111.
Giuliano di Simone: profilo in ‘Sumptuosa Tabula Picta. Pittori a Lucca fra Gotico e Rinascimento’,
catalogo della mostra (Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi), Livorno 1998, pp. 180 – 189.
Priamo della Quercia: profilo in ‘Sumptuosa Tabula Picta. Pittori a Lucca fra Gotico
Rinascimento’, catalogo della mostra (Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi), Livorno 1998, pp.
330 – 337.
ll ‘Maestro della Cappella Bracciolini’: proposte per l’attività giovanile e precisazioni sulla cronologia,
in ‘Antichità Viva’, XXXVI, 1997, 5-6, pp. 72-81.
Appunti su Priamo della Quercia, in ‘Arte Cristiana’, LXXXIV, 1996, 774, pp. 171-186.
Osservazioni su Ippolito Maria Cigna, in ‘La Diana. Annuario della Scuola di Specializzazione in
Archeologia e Storia dell’Arte dell’Università degli Studi di Siena’, I , 1995, pp. 279-290.
Schede scientifiche in volumi e cataloghi di mostre
Una scheda in Fra Angelico, Botticelli…Chefs d’oeuvre retrouvés, catalogo della mostra (Chantilly,
Musée Condé. 6 settembre 2014-4 gennaio 2015), a cura di M. Laclotte e N. Volle, Parigi 2014.
-Maso di Banco, Dormition de la Vierge, Couronnement de la Vierge, pp. 30-36.
Quattro schede in La Fortuna dei Primitivi. Tesori d’arte dalle collezioni italiane fra Sette e Ottocento,
catalogo della mostra (Firenze, Galleria dell’Accademia, 24 giugno- 8 dicembre) a cura di A. Tartuferi e
G. Tormen, Firenze 2014
– Maestro di San Torpè, San Giovanni Evangelista, San Paolo, pp. 248-249
– Lippo Memmi, Sant’Andrea, pp. 250-251
– Andrea di Bartolo, Storie di San Galgano, pp. 252-255
– Alvaro Pirez De Evora, Beato Gherardo Cagnoli, pp. 256-257
Una scheda in Dipinti in Valpadana tra Medioevo e Rinascimento. Studi al Museo di Belle Arti di
Budapest in ricordo di Miklós Boskovits, Milano 2014
– Bono da Ferrara, Madonna col Bambino, pp. 54-59.
5
Due schede di dipinti e sculture in Da Donatello a Lippi. Officina pratese, catalogo della mostra (Prato,
13 settembre 2013-13 gennaio 2014) a cura di A. De Marchi, C. Gnoni Maravelli, Milano 2013
– Filippo di Tommaso, detto Fra Filippo Lippi. Madonna col Bambino, pp. 156-157.
– Luca della Robbia.Madonna col Bambino, pp. 158-159.
Una scheda/saggio divisa con Donal Cooper: in Giotto e compagni, catalogo della mostra (Paris, Louvre
18 aprile- 15 luglio 2013), Milano 2013
– Giotto di Bondone. La Stigmatisation de saint François d’Assise, pp. 76-93 (a firma L. Pisani pp. 79-
87).
Sette schede di sculture e strutture con rilievi e sculture in La Cattedrale di San Lorenzo a Genova, a cura
di M.R. Calderoni Masetti e G. Wolf, Modena 2013
-Cappella di San Giovanni Battista, prospetto esterno, pp. 279-286.
-Cappella di San Giovanni Battista, statue di Matteo Civitali e Andrea Sansovino, pp. 286-295.
-Cappella di San Giovanni Battista, Scultore lombardo. Storie del Battista, pp. 296-297.
-Cappella di San Giovanni Battista, rilievi in stucco, bottega di Taddeo Carlone, pp. 297-299.
-Cappella di San Giovanni Battista, lunettone, scultori lombardi, pp. 299-300.
-Cappella di San Giovanni Battista, baldacchino, Niccolò da Corte, Gian Giacomo Della Porta,
Guglielmo Della Porta, p. 300-302.
-Cappella di San Giovanni Battista, cupola, Scultore lombardo, pp. 306-307.
Due schede di bronzetti in Nello splendore mediceo. Papa Leone X e Firenze, catalogo della mostra
(Firenze, Museo delle Cappelle Medicee e Casa Buonarroti, 26 marzo- 6 ottobre 2013), a cura di N.
Baldini e M. Bietti, Livorno 2013
– Bertoldo di Giovanni. Ercole a cavallo, pp. 383-385.
– Antonio del Pollaiolo. Ercole e Anteo, pp. 430-431.
Tre schede di dipinti e manoscritto in Bagliori dorati. Il Gotico Internazionale a Firenze 1375-1440,
catalogo della mostra (Firenze, Uffizi 19 giugno-4 novembre 2012), a cura di A. Natali, E. Neri Lusanna,
A. Tartuferi, Firenze 2012
– Francesco d’Antonio di Bartolomeo. Madonna col Bambino in trono e dieci angeli, pp. 228-229.
– Francesco d’Antonio di Bartolomeo. Angeli cantori, pp. 290-291.
6
– Marco di Bartolomeo Rustichi e Maestro fiorentino della prima metà del Quattrocento. Sant’Agostino,
La Città di Dio, pp. 284-285.
Due schede di dipinti in The Middle Ages and Early Renaissance. Paintings and Sculptures from Carlo
De Carli Collection and Other Provenance, catalogo della mostra (New York, Moretti Fine Arts, 18
gennaio-10 febbraio 2012), Firenze 2012
– Andrea Di Nerio, Saint Michael the Archangel, pp. 28-37
– Lippo d’Andrea, Saint Dominic, pp. 88-93.
Una scheda di scultura del Rinascimento in Melozzo da Forlì. L’umana bellezza tra Piero della
Francesca e Raffaello, catalogo della mostra (Forlì gennaio-giugno 2011) a cura di D. Benati, M. Natale,
A. Paolucci, Milano 2011
-Francesco di Simone Ferrucci, Busto di Pino III Ordelaffi, pp. 118-119.
Tre schede di sculture del Rinascimento in Filippo e Filippino Lippi. La Renaissance à Prato, catalogo
della mostra in (Parigi, Musèe du Luxemburg) a cura di M. P. Mannini, Milano 2009:
– Donato di Niccolò di Betto Bardi dit Donatello. Tabernacle, pp. 94-97 (riedizione con modifiche della precedente
scheda del 2007).
-Matteo Civitali. Vierge à l’Enfant en majesté, pp. 182-185.
– Benedetto Buglioni, Vierge à l’Enfant, pp. 192-193.
Una scheda su un dipinto del XV secolo in Fondazione Monte dei Paschi di Siena. Raccolta d’arte
senese 2. Opere dal XIV al XVIII secolo, Siena 2009
– Priamo della Quercia, Madonna col Bambino fra i Santi Giovanni Battista, Caterina, Lucia e Giovanni
Evangelista, pp. 16-23.
Una scheda su un polittico di Giovanni da Milano in Giovanni da Milano. Capolavori del gotico fra
Lombardia e Toscana catalogo della mostra (Firenze, Galleria dell’Accademia), a cura di D. Parenti,
Firenze 2008
– Giovanni da Milano. Polittico di Pisa, pp. 190-195.
Tre schede in Coluccio Salutati e Firenze. Ideologia e formazione dello Stato, catalogo della mostra
(Firenze, Archivio di Stato, 9 ottobre 2008-14 marzo 2009) a cura di R. Cardini e P. Viti, Firenze 2008
– La Madonna della Neve di Antonio di Vita Ricci, pp. 224-226.
– La Crocifissione di Giuliano di Simone, pp. 226-227.
– L’Apostolo Jacopo Maggiore di Nanni di Jacopo, pp. 256-257.
Due schede di sculture del Rinascimento in Arte Francescana tra Montefeltro e Papato, catalogo della
mostra (Cagli 2007) a cura di A. Marchi, A. Mazzacchera, Milano 2007
7
– Gregorio di Lorenzo. Cenotafio di Guidone di Pietro, pp. 144-146.
– Domenico Rosselli, Annunciazione, pp. 194-195.
Otto schede di sculture del Rinascimento in Le Marche disperse. Repertorio di opere d’arte dalle
Marche al mondo, a cura di Costanza Costanzi, Milano 2005
– Gregorio di Lorenzo,Madonna col Bambino, p. 259.
– Domenico Rosselli (cerchia), Stemma della famiglia Passionei, p. 234.
– Scultore fiorentino, Federico da Montefeltro in profilo, p. 212.
– Ambrogio Barocci (cerchia di),Medaglione araldico, p. 209.
– Domenico Rosselli,Madonna col Bambino, (Budapest) p. 206.
– Domenico Rosselli,Madonna col Bambino (Krefeld), p. 206.
– Domenico Rosselli, I santi Gerolamo e Aldebrando, p. 205.
– Andrea della Robbia (scuola), Busto di Cristo fanciullo, p. 141.
Cinque schede di sculture del Rinascimento in Leon Battista Alberti e l’archittettura, catalogo della
mostra, (Mantova, Casa del Mantegna) a cura di M. Bulgarelli, A. Calzona, M. Ceriana, F.P. Fiore,
Milano 2006
– Donatello, Tabernacolo, pp. 229-230.
– Scultore fiorentino, Stemma Rucellai, pp. 362-363.
– Antonio Rossellino, Urna del Beato Marcolino, pp. 364-367.
– Donatello (da), Miracolo del cuore dell’avaro, pp. 481-483.
– Donatello (da), Miracolo della Mula, pp. 530-531.
Quindici schede di sculture di Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco in Il Rinascimento ad
Urbino: Fra’ Carnevale e gli artisti del Palazzo, catalogo della mostra, (Urbino, Palazzo Ducale
2005) a cura di R. Valazzi e A. Marchi, Milano 2005
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Portale interno della Sala della Jole, pp. 104-105.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Portale verso la Camera Picta, p. 105.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Camino della Sala della Jole, pp. 105-108.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Bifora della Sala della Jole, p. 108.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Stemma Montefeltro, p. 109.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Portale della Camera Picta verso la Sala dell’Alcova, p.
109.
8
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Camino della Camera Picta, pp. 109-110.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Bifora della Camera Picta, p. 110.
– Bottega di Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Peducci della Camera Picta e della Sala
dell’Alcova, pp. 110-111.
– Bottega di Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Stemma Montefeltro, p. 111.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Bifora della Camera dell’Alcova, pp. 111.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Spiritelli reggenti una ghirlanda, pp. 111-112.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Spiritelli reggenti una ghirlanda con stemma Montefeltro,
pp. 112-113.
– Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco, Madonna col Bambino e quattro angeli, pp. 113-114.
-Maso di Bartolomeo, Pasquino da Montepulciano, Michele di Giovanni da Fiesole detto il Greco e altri
scalpellini, Portale della chiesa di San Domenico, Urbino, pp. 121-122.
Tredici schede di dipinti medievali, in Sumptuosa Tabula Picta. Pittori a Lucca fra Gotico e
Rinascimento, catalogo della mostra (Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi), Livorno 1998
– Angelo Puccinelli, Morte e Assunzione della Vergine, pp. 170-172.
– Angelo Puccinelli, Madonna col Bambino e santi, pp. 173-175.
– Giuliano di Simone, Anconetta, pp. 190-192.
– Giuliano di Simone, Laterale di polittico, pp. 192-193.
– Giuliano di Simone, Trittico, pp. 194-195.
– Giuliano di Simone, Centrale di polittico, pp. 198-199.
– Battista di Gerio, Trittico, pp. 321-323.
– Priamo della Quercia, Laterale di trittico, pp. 340-341.
– Priamo della Quercia, Polittico, pp. 342-346.
– Priamo della Quercia, Ciborio, p. 347.
– Priamo della Quercia, Trittico, pp. 348-349.
– Borghese di Pietro, Bandinella, pp. 392-393.
– Borghese di Pietro, Anconetta, pp. 394-395.
Voci in Enciclopedie e Dizionari
Giovanni di Nicola da Pisa in ‘Dizionario Biografico degli Italiani’, vol. 56, Roma 2001, pp. 112-
114.
Alcuni testi e schede in ‘Sacrum Luce. Arte Sacra nel territorio lucchese’, a cura del “Centro
Ricerche sui Beni Culturali, Scuola Normale Superiore di Pisa” www.lucca.cribecu.sns.it.
Gherardo Starnina, Domenico di Bartolo, Francesco d’Antonio, Maestro della Divina Commedia
Yates Thompson, Maestro dell’Osservanza, Stefano di Giovanni detto il Sassetta, Pseudo –
Ambrogio di Baldese (Lippo d’Andrea), Sano di Pietro, Giovanni di Paolo in Dizionario Biografico
9
dei Miniatori italiani, a cura di M. Bollati, Milano 2004, pp. 202-204, 232-233, 262-263, 291-293,
390-394, 533-535, 608-610, 926-928, 947-948.
Recensioni
Scultura lignea. Lucca 1200-1425, in ‘Arte cristiana’, LXXXIV, 1996, pp. 313-316.
Due libri ed una riflessione sui falsi d’autore, in ‘Predella’, I, 2001(2002), 5.
Le metamorfosi di Psiche: l’iconografia della favola di Apuleio di S. Cavicchioli, in ‘Predella’, II,
2002, 6.
Matteo Civitali: riflessioni in margine ad una mostra, in ‘Arte Cristiana’, XCIII, 2005, 827, pp. 99-
110.
Ann M. Roberts, Dominican Women and Renaissance Art. The Convent of San Domenico of Pisa, in
‘Predella’, VII, 2008, 24.
L. Castelnuovo-Tedesco e J. Soultianan, Italian Medieval Scuplture in the Metropolitan Museum of
Art and the Cloisters, New York 2010, in ‘Predella’, X, 2011, 29.
BORSE DI STUDIO, BORSE DI RICERCA E FINANZIAMENTI PER
PUBBLICAZIONI
2010: borsa di ricerca post-dottorato Max Planck Society- Kunsthistorisches Institut in Florenz per
tre mesi.Tema di ricerca: Pittura pisana fra 1350 e 1420 (durata: 3 mesi).
2009: borsa di ricerca post-dottorato elargita dalla Lehman Collection per un periodo di ricerca di
un mese presso lo stesso Dipartimento del Metropolitan Museum
2009: borsa di ricerca post-dottorato A. Mellon presso la Collezione Lehman del Metropolitan
Museum di New York. Tema di Ricerca: Pittura pisana fra 1350 e 1420 (durata: 3 mesi)
2005 Fondazione Marchi di Firenze: finanziamento per la pubblicazione della tesi di dottorato
presso la casa editrice Olschki
2003 Accademia dei Lincei (Roma): borsa di ricerca presso il Warburg Institute (University of
London-School of Advanced Study) (durata 2 mesi).
2001 Venice International University, Venezia – borsa di studio per frequentare il seminario
svoltosi per una settimana nel 2001 ed una settimana nel 2002 “The private and the Public in
Venice: Absorption, Integration and Reinvention, 700-1450”.
1998-2001 Università degli Studi di Pisa, dottorato in storia dell’arte con una borsa dell’Università
di Pisa (durata della borsa 3 anni)
10
1996 -1997 Fondazione di Studi di Storia dell’Arte Roberto Longhi: borsa di studio con un progetto
di ricerca su “Pittura toscana del secondo quarto del XV secolo”; supervisore Prof. Mina Gregori,
tutor Prof. Daniele Benati (durata della borsa: un anno accademico, ottobre-giugno)
11
CONFERENZE, SEMINARI, RELAZIONI A CONVEGNI
2013 Londra, National Gallery, 19 settembre, seminario su Further Research on Masaccio’s Pisa
Polyptych
2011 Firenze, Santa Croce, 23 maggio, nella giornata di studio su Arte per i francescani: ricerche in
corso organizzate dal Dottorato in Storia dell’arte di Firenze e Padova
Relazione: San Francesco a Pisa: cappelle e altari
2011 Londra, Courtauld Institute of Art, 14 febbraio, nel seminario “Giotto’s circle”
Seminario: The late fourteenth century Giotto revival in Pisa
2009 Pisa, Università degli Studi, 10 giugno, Scuola di dottorato in Storia dell’arte
Seminario: Primitivi pisani nella collezioni americane
2009 New York, Metropolitan Museum, 6 aprile, Fellows Colloquia
Relazione: Early Pisan Paintings in American Collections- II part.
2008 Mantova, 18 ottobre, nell’ambito del convegno internazionale Agostino di Duccio e la cultura
artistica nell’Italia settentrionale,
organizzato dalla Fondazione Centro Studi Leon Battista Alberti,
relazione dal titolo: Agostino di Duccio negli anni sessanta: rapporti con i modelli pittorici e coi
committenti.
2008 New York, Metropolitan Museum, 1 aprile, Fellows Colloquia
Relazione: Early Pisan Paintings in American Collections.
2006 Fabriano, Foligno, Firenze, 31 maggio- 3 giugno, Convegno dal titolo Intorno a Gentile da
Fabriano e a Lorenzo Monaco. Nuovi studi sulla pittura tardogotica.
Relazione: Echi pisani di Lorenzo Monaco.
2005 Siena-Asciano, 5-6 dicembre 2005, giornate di studi dal titolo Sano di Pietro. Qualità,
devozione e pratica nella pittura senese del Quattrocento.
Relazione: Indagini sul polittico di Santa Bonda.
2005 Amici dei Musei di Lucca, 13-5-2005
Conferenza: Indagini su un taccuino di disegni nella Firenze del tardo Quattrocento.
2005 nell’ambito dei Seminari scientifici di Villa Spelman (Firenze) 18-4-2005
Seminario: Some Observations on the florentine years of Agostino di Duccio
2004 Convegno internazionale: “Integrität und Fragment. Kopf und Büste vom Mittelalter bis zum
18. Jahrhundert“, Kunsthistorisches Institut in Florenz, 10-12-2004.
Relazione: San Giovannino Battista in alcuni busti fiorentini del Rinascimento.
2004 Convegno internazionale: “Istria and the Upper Adriatic in the Early Modern Period- Artist
Exchange Between the Coasts and the Interior” Koper/Capodistria, Slovenia, 15-6-2004.
Relazione: Appunti su Gregorio di Lorenzo.
12
2004 Department of Architecture and History of Art University of Lubiana, 28-5-2004.
Relazione: Three Florentine Sculptors in the Montefeltro Area.
2004 Dipartimento di Storia dell’arte dell’Università di Leipzig, 15-10-2004.
Relazione: Three Florentine Sculptors in the Urbino region between 1460 and 1490.
2003
Kunsthistorisches Institut in Florenz, ‘Scientific Papers’, 11-06-2003.
Relazione: Il ‘Taccuino dei disegni del Verrocchio’ ed alcune ipotesi sulla bottega di Francesco di
Simone Ferrucci.
2001-2002 Venice International University, Venezia.
Relazione: The sculptural decoration of the Martini Chapel in the Church of Saint Giobbe.
2000 Kunsthistorisches Institut in Florenz, Covegno “Storia dell’arte e Ricerca d’archivio a Lucca”,
Firenze-Lucca, 25-29 September.
Relazione: In Margine a Matteo Civitali. Indagini sulla scultura a Lucca nella seconda metà del
XV secolo.
1999 – Progetto ‘I Luoghi della Fede in Toscana’, Certaldo, Pieve di San Lazzaro a Lucardo,16
Maggio 1999.
Relazione: Dagli edifici sacri ai musei d’arte sacra: testimonianze figurative tra ‘300 e ‘400 nella
Val d’Elsa.
13
ESPERIENZA DI INSEGNAMENTO
2016-2017, docente di prima fascia, Beni culturali presso Accademia di Belle Arti di Roma.
2014-2015, docente di prima fascia, Beni culturali presso Accademia di Belle Arti di Roma.
2014-2015 primo semestre, docente a contratto di Storia dell’arte presso il corso di laurea in
Diagnostica e materiali per la conservazione e il restauro dell’Università di Firenze, settore
disciplinare L-Art/ 02.
2013-2014, docente di prima fascia, Beni culturali presso Accademia di Belle Arti di Carrara
2013-2014 primo semestre, docente a contratto di Storia dell’arte presso il corso di laurea in
Diagnostica e materiali per la conservazione e il restauro dell’Università di Firenze, settore
disciplinare L-Art/ 02.
2012-2013, docente di prima fascia, Beni culturali, presso Accademia di Belle Arti di Carrara
2012-2013 primo semestre, docente a contratto di Storia dell’arte presso il corso di laurea in
Diagnostica e materiali per la conservazione e il restauro dell’Università di Firenze, settore
disciplinare L-Art/ 02.
2012-2013, docente del corso di Beni Culturali presso il Master di I livello in Contraffazione sulle
opere d’arte, presso la Scuola di Alta Formazione sulle Arti visive, Centro Arti Visive di
Pietrasanta.
2011-2012 (dicembre-ottobre), docente di prima fascia, Beni culturali, presso Accademia di Belle
Arti di Carrara
2011-2012 primo semestre, docente a contratto di Storia dell’arte presso il corso di laurea in
Diagnostica e materiali per la conservazione e il restauro dell’Università di Firenze, settore
disciplinare L-Art/ 02.
2009-2010 secondo semestre, docente di seconda fascia di Stile, Storia dell’arte e del costume,
presso l’Accademia di Belle arti di Carrara in servizio dall’8 marzo al 9 luglio.
2009 (28 febbraio) Fondazione di Storia dell’Arte Roberto Longhi (Firenze); lezione per i borsisti
della Fondazione sul tema: Primitivi pisani nelle Collezioni americane
2008 (20 ottobre) Corso di approfondimento su Piero della Francesca, Casa di Piero, Sansepolcro;
lezione per i partecipanti al corso sul tema: Il revival giottesco in Toscana fra la fine del Trecento e
l’inizio del Quattrocento
2007-2008: docente a contratto presso l’Università degli Studi di Pisa, corso di Storia dell’arte
moderna, Facoltà di Lettere e Filosofia, laurea triennale in Informatica umanistica.
2007-2008: docente a contratto presso l’Accademia di Belle Arti di Carrara per l’insegnamento di
Storia dell’arte moderna e contemporanea (50 ore) presso il biennio di specializzazione “Cobaslid”.
Corso di approfondimento su Piero della Francesca, Casa di Piero, Sansepolcro; lezione singola per
i partecipanti al corso sul tema: La decorazione scultorea dell’Appartamento della Jole nel Palazzo
Ducale di Urbino
Fondazione di Storia dell’Arte Roberto Longhi (Firenze); lezione singola per i borsisti della
Fondazione sul tema: La decorazione scultorea quattrocentesca del Palazzo ducale di Urbino
14
2006-2007 docente a contratto presso l’Università degli Studi di Pisa, titolare del corso di Storia
dell’arte moderna, Facoltà di Lettere e Filosofia, laurea triennale in Informatica umanistica.
2006-2007 Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento dell’Università di Pisa: 35 ore di docenza per
il corso di Storia dell’arte medievale e moderna
Accademia di Belle Arti di Carrara: 50 ore di docenza per il corso di Storia dell’arte moderna e
contemporanea del Cobaslid.
2005-2006 : Accademia di Belle Arti di Carrara: 20 ore di docenza per il corso di Storia dell’arte
moderna e contemporanea del Cobaslid.
Università degli studi di Pisa: 20 ore di supporto alla didattica per il corso di Storia dell’arte
contemporanea.
2004-2005:
Accademia di Belle Arti di Carrara: 25 ore di docenza per il corso di Storia dell’arte del Cobaslid
Università degli studi di Pisa: 40 ore di supporto alla didattica per il corso di “Metodologia della
Storia dell’Arte”.
2003-2004:
Accademia di Belle Arti di Carrara: 55 ore di docenza per il corso di Storia dell’Arte
contemporanea della SSIS
Università degli studi di Pisa: 40 ore di supporto alla didattica per il corso di “Metodologia della
Storia dell’Arte”.
2002-2003: Università degli studi di Pisa: nomina a Cultore della Materia in Storia dell’arte
moderna
2001-2002: Università degli studi di Pisa:10 ore di lezione per il corso di “Metodologia della Storia
dell’Arte”.
2001: Università degli studi di Pisa: La raffigurazione dei Capitani all’antica nel XV secolo
seminario nell’ambito della scuola di dottorato, sotto la supervisione del Prof. A. Pinelli
1998: Fondazione di Storia dell’Arte Roberto Longhi (Firenze): lezione per i borsisti della
Fondazione con visita alla mostra Pittori a Lucca fra Gotico e Rinascimento.
ESPERIENZA NEL SETTORE MUSEALE (RICERCA E DIVULGAZIONE)
2013 (in corso) Ricerche, redazione testi e organizzazione di un’installazione multimediale presso
il Museo nazionale di San Matteo a Pisa rivolta alla valorizzazione della tavola raffigurante San
Paolo di Masaccio.
2000 Ricerca su 30 dipinti del Museo Nazionale di Villa Guinigi (Lucca), commissionato dalla
Soprintendenza ai Beni Artistici e Storici di Pisa
1997 Museo Ente Casa Buonarroti, tirocinio con l’incarico di riorganizzare parte dell’archivio
fotografico dedicato alle “Derivazioni da Michelangelo”.
1996-1999 collaboratore di “Città Nascosta” associazione culturale con lo scopo di promuovere la
conoscenza del patrimonio artistico fiorentino.
15
COLLABORAZIONI CON CASE EDITRICI PER REDAZIONE E TRADUZIONE
TESTI
1998: collaborazione con la Casa editrice Sillabe per il coordinamento fra gli autori per la redazione
del catalogo Sumptuosa Tabula Picta. Pittori a Lucca fra Gotico e Rinascimento, catalogo della
mostra (Lucca, Museo Nazionale di Villa Guinigi), Livorno 1998
2003: collaborazione con la Casa editrice 5 Continents Editions per la traduzione dall’inglese
all’italiano di tre saggi (pp. 37-61) per il catalogo della mostra La Scelta di Vincent. Il Museo
Immaginario di Van Gogh, (Amsterdam, Van Gogh Museum, february 14th- june 15th) a cura di
C. Stolwich, S. Van Heugten, L. Jansen, A. Bluehm, Milano 2003
2003: traduzione dall’inglese all’italiano dell’articolo D. Sallay, Nuove considerazioni su due tavole
d’altare di Matteo di Giovanni: la struttura della pala Placidi di San Domenico e della Pala degli
Innocenti di Sant’Agostino a Siena, in ‘Prospettiva’, 112, 2003, pp. 76-93 pubblicato dal Centro Di
LINGUE STRANIERE E USO DEL PC
Inglese (parlato e scritto: ottima conoscenza)
Word per Windows, Power Point.

Beni Culturali Triennio
1. Il corso si rivolge a chi si avvicina alla materia per il primo anno e intende offrire i concetti
fondamentali sul patrimonio culturale italiano, la sua formazione e le sue principali problematiche.
Attraverso riferimenti bibliografici, richiami alla normativa, esempi, visite a siti monumentali e
collezioni museali, saranno affrontati i concetti base di ‘bene culturale’ (con particolare riferimento
al patrimonio archeologico), ‘beni paesaggistici e problematiche del paesaggio’, ‘tutela’,
‘valorizzazione’, ‘catalogazione’ (anche attraverso l’analisi degli attuali modelli di schede OA),
‘restauro’ (con una sintesi storica e cenni sulla metodologia attuale). Infine, ci si concentrerà sulla
peculiarità delle raccolte museali italiane, messe a confronto con realtà non italiane e con
particolare attenzione alla formazione dei musei civici. Per chi segue il corso come esame a libera
scelta pari a sei crediti formativi la bibliografia si restringe ai soli volumi di Carlo Tosco e Falletti-
Maggi (nelle pagine indicate) e alle slides relative alle prime 45 ore.
Bibliografia (testi da studiare per l’esame)
Carlo Tosco, I Beni culturali. Storia, tutela e valorizzazione, Bologna, Il Mulino, 2014
Salvatore Settis, Paesaggio Costituzione Cemento, Torino, Einaudi, 2010, pp. 83-221
Vittorio Falletti, Maurizio Maggi, I musei, Bologna, Il Mulino, 2012, pp. 11-66
Materiale didattico fornito dal docente sotto forma di slides o files pdf.
2. Il corso si rivolge a chi ha già frequentato il corso per almeno un’annualità.
Nella prima parte si affronterà il concetto di valorizzazione con particolare riferimento alle
collezioni di arte medioevale e moderna. L’obiettivo è quello di fornire un panorama storico sulle
principali strategie per favorirne la fruizione ed un’analisi delle principali problematiche attuali, con
particolare riferimento al rapporto fra collezioni permanenti ed esposizioni temporanee.
Nella seconda parte del corso, si visiteranno alcune mostre e si chiederà ai partecipanti al corso di
scriverne una recensione.
Bibliografia (testi da studiare per l’esame)
Francis Haskell, La nascita delle mostre, Milano, Skira, 2016.
Terza Conferenza Europea. Approfondimenti sul ruolo e le competenze del registrar in Europa, atti
del convegno a cura di Katy Spurrel, Cinisello Balsamo (Milano), Silvana Editoriale, 2003
Marcello Toffanello, All’Origine delle Grandi Mostre in Italia (1933-1940). Storia dell’arte e
storiografia tra divulgazione di massa e propaganda, Il Rio, Mantova, 2017.
Materiale didattico fornito dal docente sotto forma di slides e files pdf.
Beni culturali Biennio
3. Il corso si rivolge agli studenti del biennio e si divide in due sezioni incentrate, la prima, sul
concetto di tutela, la seconda a quello di valorizzazione.
Nella prima parte si analizzeranno due casi storici: l’impegno di Canova per i diversi aspetti di
difesa del patrimonio storico artistico all’inizio del XIX secolo; la figura e ‘le gesta’ di Rodolfo
Siviero durante la seconda guerra mondiale.
Nella seconda parte del corso si analizzeranno, attraverso introduzioni teoriche e visite sul posto,
alcune realtà museali romane e non meritevoli di maggior valorizzazione. Si prevede un viaggio di
studio a Pisa per l’analisi di una particolare situazione in cui i flussi turistici sono esclusivamente
diretti alla visita della Piazza dei Miracoli, a discapito delle ricchissime collezioni museali cittadine.
Bibliografia (testi da studiare per l’esame)
E. Franchi, I viaggi dell’Assunta. La protezione del patrimonio artistico veneziano durante i conflitti
mondiali, editore Plus, Pisa 2010
E. Franchi, Arte in assetto di guerra. Protezione e distruzione del patrimonio artistico a Pisa
durante la seconda guerra mondiale, Pisa, ETS, 2006.
L’ arte contesa nell’età di Napoleone, Pio VII e Canova. Catalogo della mostra (Cesena, 14 marzo-
26 luglio 2009), a cura di R. Balzani, Cinisello Balsamo, Silvana Editoriale, 2009.
Materiale didattico fornito dal docente sotto forma di slides e files pdf.
e-mail del docente: linda.pisani9@tin.it
orario di ricevimento
Tutti i corsi sono annuali e inizieranno a partire da gennaio 2018.