Jappe, Anselm

Anselm Jappe

 

Corso di estetica – triennio 2021-22

 

Orario:

Gruppo A: Mercoledì 15 – 18h (primo semestre)

Gruppo B: Venerdì 15 – 18h (primo semestre)

La scelta del gruppo è libero. Il programma e lo svolgimento sono identici.

Finalità del corso

Conoscenza di alcuni concetti base dell’estetica: bello, sublime, armonia, gusto, ispirazione, immaginazione, forma, e di alcune linee essenziali del dibattito sull’arte e sul bello dai greci fino l romanticismo. Comprendere il rapporto tra l’arte moderna (dagli impressionisti in poi) e la società moderna, soprattutto in quanto società industriale. Conoscere le poetiche dei principali movimenti di avanguardia.

Il corso affronterà le seguenti tematiche:

1) L’estetica filosofica dai greci fino ai romantici.

2) L’arte moderna come risposta al “disincanto del mondo”: nuove forme di bellezza nella società industriale tra il 1850 e il 1970.

3) Il posto dell’arte nella società contemporanea, tra capitalismo estetico e arte impegnata.

 

Modalità d’esame:

 

L’esame consiste in un colloquio su alcuni aspetti del corso e presuppone diverse letture:

 

La prima parte – l’estetica fino a métà Ottocento – va preparata su uno dei seguenti manuali:

Franzini, Elio : Introduzione all’estetica, Il Mulino

Franzini, Elio / Mazzocut Mis, Maddalena : Breve storia dell’estetica, Mondadori

Franzini, Elio / Mazzocut Mis, Maddalena: Estetica. I nomi, i concetti, le correnti, Mondadori

Mazzocut Mis, Maddalena: Lineamenti di estetica. Temi e problemi, Mondadori

Tatarkiewicz, Vladislav: Storia dell’estetica, Einaudi

Givone, Sergio: Storia dell’estetica, Laterza

Desideri, Fabrizio / Cantelli, Chiara : Storia dell’estetica occidentale da Omero alle neuroscienze,  Carocci

Vercellone, Federico / Bertinetto, Alessandro / Garelli, Gianluca : Lineamenti di storia dell’estetica, Il Mulino

 

Per la seconda parte si presuppone una conoscenza almeno sommaria della storia dell’arte dall’impressionismo in poi, come la si può attingere dai seguenti testi:

De Micheli, Mario: Le avanguardie artistiche del Novecento, Feltrinelli

Clark, Tim J.: Addio a un’idea, Mondadori

Argan, Giulio Carlo: L’arte moderna 1770/1970, Sansoni

Barilli, Renato: L’arte contemporanea. Da Cézanne alle ultime tendenze, Feltrinelli

Riout, Denys: L’arte del ventesimo secolo. Protagonisti, temi, correnti, Einaudi

Parmesani, Loredana : L’arte del secolo. Movimenti, teorie, scuole e tendenze  1900-2000, Skira

Y.-A. Bois, B. Buchloh, H. Foster, R. Krauss, Arte dal 1900: Modernismo, Antimodernismo Postmodernismo, Zanichelli

 

Inoltre, ogni partecipante al corso sceglie uno dei seguenti testi, o gruppo di testi, da portare all’esame dopo averlo letto integralmente:

 

Shiner, Larry: L’invenzione dell’arte, Einaudi

Bodei, Remo : Le forme del bello, Il Mulino

 

Due tra:

Belting, Hans: I canoni dello sguardo. Storia della cultura visiva tra Oriente e Occidente, Bollati Boringhieri

Belting, Hans:  Il capolavoro invisibile. Il mito moderno dell’arte, Carocci

Belting, Hans: Antropologia delle immagini, Carocci

Belting, Hans: La fine della storia dell’arte o la libertà dell’arte, Einaudi

 

Francastel, Pierre: L’arte e la civiltà moderna, Ghibli 2019

 

Tatarkiewicz, Vladislav:  Storia di sei idee, Aestethica

 

Due tra:

Perniola, Mario: L’estetica del Novecento, Il Mulino

Perniola, Mario : L’arte espansa, Einaudi

Perniola, Mario : Estetica italiana contemporanea, Bompiani

 

Aristotele, Poetica, diverse edizioni disponibili

Lombardo, Giovanni : L’estetica antica, Il Mulino

 

Burke, Edmund: Inchiesta sul bello e il sublime, Aestethica

Saint Girons, Baldine : Il sublime, Il Mulino

 

Kant, Immanuel: Critica della facoltà di giudizio (prima parte)

Bozal, Valeriano : Il gusto, Il Mulino

 

Due tra:

Schiller, Friedrich : L’educazione estetica, Aestethica

D’Angelo, Paolo : L’estetica del romanticismo, Il Mulino

Nietzsche, Friedrich: La nascita della tragedia, diverse edizioni disponibili

 

Harrison, Charles / Wood, Paul : Art in Theory 1900 – 2000: An Anthology of Changing Ideas, Blackwell

 

Un insieme di testi scritti da artisti delle avanguardie (manifesti futuristi, dadaisti e surrealisti; scritti di Malevitch, Kandinsky, Mondrian, Dubuffet) o da saggisti come Baudelaire e Apollinaire – da scegliere in accordo con il docente.

 

Adorno, Theodor W: Teoria estetica, Einaudi

 

Due tra:

Dal Lago, Alessandro / Giordano, Serena: Mercanti d’aura. Logiche dell’arte contemporanea, Il Mulino

Foster, Hal: Il ritorno del reale. L’avanguardia alla fine del Novecento, Postmedia

Bourriad, Nicolas: Estetica relazionale, Postmedia

Toscano, Alberto / Jeff Kinkle: Cartographies of the absolute, Zerobooks

 

Gilles Lipovetsky / Jean Serroy: L’estetizzazione del mondo. Vivere nell’era del capitalismo artistico, Sellerio

Bauman, Zygmunt: Per tutti i gusti. La cultura nell’età dei consumi, Laterza

 

 

Eventualmente possono essere scelti altri titoli, o altre combinazioni di titoli, con l’accordo scritto del docente.

 

Coloro che lo desiderano possono far pervenire al docente almeno una settimana prima dell’esame per e-mail un riassunto scritto del testo scelto, rispettando i criteri formali abituali (citazioni tra virgolette, note con indicazione di pagina, ecc.).

 

Il docente metterà a disposizione degli appunti, dei link, delle immagini, delle bibliografie, ecc. Si raccomanda perciò a tutti gli studenti di consultare periodicamente la pagina “file” di teams.

 

 

 

Corso di estetica – biennio 2021-22

 

Orario: Martedi 14. 30 – 17. 30h (primo semestre)

 

Il biennio di estetica affronta quattro tematiche legate tra di loro:

 

  • La nascita della modernità : Da Baudelaire ai surrealisti e oltre. La città come luogo artistico. Il capitalismo culturale.

 

Sarà fatto riferimento, tra l’altro, ai seguenti testi:

 

Baudelaire, Charles : Opere, Mondadori, o singole edizioni delle sue varie opere

 

Breton, André : Manifesti del surrealismo, Einaudi

 

Berman, Marshall: Tutto ciò che è solido svanisce nell’aria. L’esperienza della modernità, Il Mulin

 

Boltanski, Luc / Chiapello, Eve: Il nuovo spirito del capitalismo, Mimesis

 

Lippolis, Leonardo: Viaggio al termine della città. Le metropoli e le arti nell’autunno postmoderno (1972-2001), Eleuthera

 

Carreri, Francesco: Walkscapes. Camminare come pratica estetica, Einaudi

 

Gilles Lipovetsky / Jean Serroy: L’estetizzazione del mondo. Vivere nell’era del capitalismo artistico,

Sellerio

 

Harvey, David: La crisi della modernità, Il Saggiatore

 

  • Il sublime, il brutto, il male, l’eccesso

 

Sarà fatto riferimento, tra l’altro, ai seguenti testi:

 

Eco, Umberto: Storia della bruttezza, Bompiani

 

Praz, Mario: La carne, la morte e il diavolo nella letteratura romantica, Rizzoli

 

Bataille, Georges : La letteratura e il male, SE

 

De Quincey, Thomas : L’assassinio come una delle belle arti, diverse edizioni disponibili

 

Burke, Edmund: Inchiesta sul bello e il sublime, Aestethica

 

Saint Girons, Baldine : Il sublime, Il Mulino

 

Perniola, Mario: Disgusti. Le nuove tendenze estetiche, Costa e Nolan

 

Perniola, Mario: Transiti. Filosofia e perversione, Castelvecchi

 

Perniola, Mario: Il sex appeal dell’inorganico, Einaudi

 

Mazzocut Mis, Maddalena: Il senso del limite. Il dolore, l’eccesso, l’osceno, Mondadori

 

 

 

  • I situazionisti – società dello spettacolo, psicogeografia, deriva, détournement

 

Sarà fornita una bibliografia specifica

 

  • Critiche rivolte all’arte contemporanea e al sistema dell’arte. E’ finita l’arte ?

 

Sarà fatto riferimento, tra l’altro, ai seguenti testi:

 

Clair, Jean: Critica della modernità, Allemandi

 

Clair, Jean: L’inverno della cultura, Skira

 

Clair, Jean: De immundo, Abscondita

 

Baudrillard, Jean: La sparizione dell’arte, Politi

 

Michaud, Yves : L’arte allo stato gassoso, Edison

 

Danto, Arthur : Dopo la fine dell’arte. L’arte contemporanea e il confine della storia, Mondadori

 

Wolfe, Tom: Maledetti architetti. Dal Bauhaus a casa nostra, Bompiani

 

Meneguzzo, Marco: Il capitale ignorante. Ovvero come l’ignoranza sta cambiando l’arte, Johan e Levi 2020

 

Meneguzzo, Marco: Breve storia della globalizzazione in arte (e delle sue conseguenze), Johan e Levi 2014

 

Montanari Tomaso / Vincenzo Trione, Contro le mostre, Einaudi

Pablo Echaurren : Adotta un artista e convincilo a smettere per il suo bene, Kellermann, 2021

 

Balzer, David: Curatori d’assalto. L’irrefrenabile impulso alla curatela nel mondo dell’arte e in tutto il resto, Johan e Levi 2016

Scotin, Marco: Artecrazia, Macchine espositive e governo dei pubblici, Deriveapprodi 2021

 

 

L’esame consiste in un colloquio su almeno una delle tematiche del corso e presuppone aver effettuato alcune letture d’accordo con il docente. Coloro che lo desiderano possono far pervenire al docente almeno una settimana prima dell’esame per e-mail un riassunto scritto del testo scelto, rispettando i criteri formali abituali (citazioni tra virgolette, note con indicazione di pagina, ecc.).

 

Il docente metterà a disposizione degli appunti, dei link, delle immagini, delle bibliografie, ecc. Si raccomanda perciò a tutti gli studenti di consultare periodicamente la pagina “file” di teams.

 

 

  • – – – – – – –

 

Il docente è raggiungibile tramite la mail dell’Accademia: a.jappe@abaroma.it

Non è presente nelle rete sociali.

 

Orario di ricevimento, per il triennio e il biennio, via teams: martedì 17.30h-19h, mercoledì 18 – 19h, venerdì 11h-13h e 18  – 19h.

 

  • – – – – – — –

 

Anselm Jappe è cresciuto in Germania, si è laureato a Roma in filosofia con Mario Perniola e ha conseguito il dottorato di ricerca all’Ecole des Hautes études en sciences sociales a Parigi. Ha insegnato estetica e storia dell’arte contemporanea nelle Accademie di Belle Arti di Frosinone, di Palermo e di Sassari. Ha impartito lezioni e conferenze in numerose università, accademie di belle arti e istituzioni culturali di vari paesi europei, latinoamericani e nordamericani.
E’ l’autore di Le Avventure della merce. Per una critica del valore (Aracne 2019), Uscire dall’economia. Un dialogo fra decrescita e critica del valore: letture della crisi e percorsi di liberazione (con Serge Latouche) (Mimesis 2014), Contro il denaro (Mimesis 2013), Guy Debord (1993, ultima edizione italiana Manifestolibri 2013). In francese: La Société autophage. Capitalisme, démesure et autodestruction, (La Découverte 2017), Crédit à mort (Lignes, Parigi 2011), L’Avant-garde inacceptable. Réflexions sur Guy Debord (Lignes, Parigi 2004). Co-autore di Capitalismo in quarantena. Pandemia e crisi globale, Ombre corte, Verona 2021. Di prossima pubblicazione: Il cemento armato. Arma di costruzione massiccia del capitalismo (Eleuthera).

Si occupa soprattutto della storia delle avanguardie artistiche (con una particolare attenzione al movimento situazionista) e dei legami tra l’estetica e le scienze sociali, nonché degli sviluppi del capitalismo contemporaneo.