Forestieri, Maurizio

dopo L’Accademia di Belle Arti dove consegue il Diploma di Laurea in scenografia nel 1983, frequenta diversi corsi specializzati sull’animazione per arrivare nel 1985 al Centro Sperimentale di Cinematografia, a fianco di nomi eccellenti del Cinema italiano, dapprima come allievo e successivamente come docente di tecniche di Cinema di Animazione.
Nel 1988 fonda la società GRAPHILM ENTERTAINMENT  a Roma , e si impone sul mercato con la doppia veste di Regista e Produttore.
Partecipa alle più grandi produzioni italiane come storyboard artist e animatore nei lungometraggi ‘La Freccia Azzurra’, ‘La Gabbianella e il Gatto’ e ‘Aida degli Alberi’. e si afferma come regista e animatore collaborando con tutto il panorama degli autori italiani, come Bruno Bozzetto, Emanuele Luzzati, Guido Manuli, Pierluigi De Mas, Giuseppe Laganà e tanti altri.
Realizza cortometraggi che avranno diffusione internazionale ottenendo parecchi riconoscimenti. E’ due volte in concorso per il Palmares di Cannes nel 1988 e nel 1994 e per l’Orso D’Oro di Berlino nel 1992.
Partecipa con un suo cortometraggio alla proiezione presso il MOMA di New York nell’ambito di un evento sui migliori film di animazione nel 1990.
Nel 2003 dirige il suo primo lungometraggio ‘Totò Sapore’ prodotto e distribuito dalla Medusa.
Attualmente lavora come regista e produttore e per serie TV in co-produzione internazionale  e nel settore della Produzione dell’Entertainment, sia di animazione che di live-action.

Programma Elementi di Produzione Video.

 

Il programma si articola in tre macro sezioni informativo sul processo produttivo dell’audiovisivo: pre produzione , produzione e post produzione.

Con la pre produzione, si intende un percorso informativo generale, che parte dalla stesura e definizione di un budget, alla preparazione delle riprese.
In questa fase informativa, si affronta la sceneggiatura (soggetto, scaletta), lo storyboard, il casting  i sopralluoghi per le location Quest’ultimi validi sia per la fiction che per il documentario.
Per i film di animazione , come pre produzione a carattere informativo, si intende la definizione sfondi, stile e personaggi principali.

La fase di produzione, è intesa come un percorso informativo sulle problematiche dell’organizzazione generale dei giorni di ripresa sul set , gli aspetti tecnici video di tutte le scene del film/documentario/animazione . Il tutto inquadrato in un discorso generale di budget e piano di consegna del prodotto. Nel caso di un film di animazione si parla di produzione delle singole scene animate.

La fase conclusiva del processo del percorso informativo è la post produzione, cioè sostanzialmente montaggio, doppiaggi , effetti sonori e musica. Quest’ultima è comune nella fiction , nel documentario come nell’animazione.

Il programma parte con una breve storia del mezzo  cinematografico, attraverso , le tecniche,  il linguaggio e  la grammatica, per approfondire gli aspetti  produttivi dell’industria audiovisiva , fino al prodotto finito.

Saranno trattate in maniera informativa e con lezioni frontali, sulla sceneggiatura , le tecniche di ripresa live action  e quelle di animazione, fino al montaggio e all’edizione sonora.

Sulla base del programma proposto e applicato, durante lo svolgimento delle lezioni, i ragazzi potranno studiare il linguaggio e la grammatica cinematografica, almeno nei suoi fondamenti principali.
Si visioneranno insieme brani di film che hanno fatto la storia del cinema dagli esordi ai giorni nostri, con una particolare attenzione all’estetica cinematografica e alle poetiche dei vari registi che hanno a loro volta creato degli stili .

Si analizzeranno le sceneggiature, come base di partenza per un prodotto audiovisivo.

L’attività nello specifico di Produzione Video, è focalizzata sulle principali criticità che questa comporta, dal punto di vista organizzativo, economico e naturalmente artistico, con uno studio delle tre macro aree principali e cioè : preproduzione –produzione-postproduzione:

-dallo spoglio della sceneggiatura alla stesura di uni storyboard

-dalla definizione di un cast, ai sopralluoghi, dai costumi alla logistica;

-dalla organizzazione delle riprese, il coordinamento della troupe, le convocazioni, la segreteria di edizione;

-dalla visione dei materiali al montaggio, dalla sonorizzazione, alla produzione delle copie e la promozione, fino alla distribuzione.

 

L’esame richiesto sarà una simulazione sulla base di una breve sceneggiatura, dello spoglio della stessa per i fabbisogni di scena, per il personale della troupe, per gli attori e per l’organizzazione delle riprese(simulata ), fino all’esecuzione di uno storyboard delle scene da girare come strumento di produzione, oltre che primo elemento di rappresentazione artistica di un prodotto audiovisivo.

 

BIBLIOGRAFIA UTILE CONSIGLIATA:

Christofer Vogler- Il VIAGGIO DELL’EROE- Dino Audino Editore

Umberto Eco -APOCALITTCI E INTEGRATI- Bompiani

Federico Fellini – FARE UN FILM- Et Editore

Gianni Rondolino -STORIA DEL CINEMA DI ANIMAZIONE -Utet Edizioni

Federico Magni – MERAVIGLIOSO (EFFETTI SPECIALI AL CINEMA)- Editore  FalsoPIano

Gianni Rondolino/Tomasi Dario‐MANUALE DI STORIA DEL CINEMA  – Utet

Arcangelo Mazzoleni – IL MOVIMENTO DELLA MACCHINA DA PRESA ‐Dino Audino Editore

Arcangelo Mazzoleni ‐ L’ABC DEL LINGUAGGIO CINEMATOGRAFICO ‐Dino Audino Editore

Matteo Cossu- PROKOVIEV INCONTRA EINSENSTEIN – Edizioni Accademiche Italiane

Benedetta Dalai -LAVORARE SUL SET – Dino Audino Editore

Giannandrea Pecorelli -COME NASCE UN FILM- Gremese Edizioni

Marco Accordi Rickards -IL VIDEOGIOCO -Carrocci Editore

Pietro Zingaretti -FONDAMENTI DI COMPUTER GRAFICA-Pitagora Editrice Bologna