Barone, Eclario

prof.  Eclario Barone

PROGRAMMA DEL CORSO DI DISEGNO PER LA PITTURA  A.A.2019-2020

 

Crediti formativi (ECTS Credits): 6

Livello (Level): 1° anno del Biennio

Corso di riferimento (Departments): Pittura (Painting)

Sedi: Roma (Via di Ripetta) annuale

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2019-2020

Tipologia disciplina (Course Type): Teorico-pratica (Theoretical – Practical)

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):
Obiettivo del corso è di sviluppare, attraverso varie proposte operative e una continua riflessione individuale e collettiva, un originale e consapevole uso del segno, che permetta sia di tradurre e comunicare le proprie ricerche visive che organizzare e strutturare opere pittoriche più complesse.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):
Sperimentazione di varie modalità di disegno: tempo di esecuzione lento e veloce; ritmo del segno; energia del segno; disegno dal vero e d’invenzione; il negativo e il positivo; il disegno come progetto e come libera espressione; la composizione; l’uso delle griglie compositive e della geometria; disegno sintetico ed analitico; il chiaroscuro; l’uso del modulo e della texture; il ritratto; il corpo statico ed in movimento;  i significati simbolici del segno. Uso delle tecniche tradizionali e tecniche miste. Dal Segno istintivo alla Calligrafia, proposta della pratica e decodifica dello ‘Scarabocchio degli Adulti’ secondo la teoria Psiconologica di Nato Frascà.  Riferimenti alle modalità di disegno di artisti contemporanei e del passato: studio individuale (taccuino tematico) del quadro  ‘Les demoiselles d’Avignon’ di Pablo Picasso.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):
Lezioni teorico-pratiche individuali e collettive, approfondimento individuale, stages.

MODALITA’ DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):
Il corso prevede lezioni teoriche e attività di laboratorio: individuali, per gruppi e collettive, anche con l’impiego di modelli viventi, in aula e all’esterno (nella città, nella natura, in musei e mostre,…). Saranno richiesti approfondimenti individuali e di gruppo in preparazione ed in seguito alle lezioni frontali. Saranno utilizzate sia tecniche tradizionali che sperimentali. Sarà strutturale l’utilizzo di taccuini da riempire con disegni e schizzi dei temi proposti (1- mani, piedi, occhi, orecchie, bocca; 2- figure; 3- scorci e luoghi; 4- sviluppo di temi del libro: ‘Il taccuino di Bento’ di John Berger; 5- studio individuale de ‘Les demoiselles d’Avignon’ di Pablo Picasso.

Per gli studenti del primo anno del Biennio, oltre alle suddette proposte, verrà richiesto:

– presentazione individuale del book dei lavori svolti nel triennio.

– presentazione della propria ricerca più recente e individuazione di un tema/progetto da sviluppare durante tutto l’anno di corso attraverso una sperimentazione documentata periodicamente con opere di avvicinamento e la redazione di un taccuino/diario in cui annotare le tecniche impiegate, i pensieri di percorso, i riferimenti, ecc.

– La partecipazione al workshop di 24 ore (4 incontri da 6 ore e 2 crediti) sullo Scarabocchio degli adulti di Nato Frascà che si terrà nel secondo semestre. Al seminario interverranno psiconologi, psicologi e grafologi e verrà sviluppata una metodologia di ricerca sul segno istintivo gestuale e sue modalità di decodifica e consapevolizzazione.

MODALITA’ DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):
L’esame sarà preceduto da almeno due verifiche nell’arco dell’anno in cui si visioneranno i taccuini e le cartelle con tutto il lavoro svolto. I criteri di valutazione dell’esame saranno: la frequenza, l’evoluzione individuale dei temi proposti, l’esposizione e la qualità della presentazione del lavoro.

TEMA DELL’ANNO: “Les demoiselles d’Avignon” di Pablo Picasso, da analizzare ed elaborare.

APPROFONDIMENTI:

– ‘Il coltellino svizzero’

Tutto quello che un artista professionista deve sapere

un incontro con l’avv. Domenico Muzi

 

testo dell’anno: John Berger ” Il taccuino di Bento”– a cui dedicare un taccuino di appunti

ESPERIENZE:

– Il presidio del ‘d’aprés’

in collaborazione con il Museo Civico di Arte Moderna e Contemporanea di Anticoli Corrado

 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

John Berger ” Il taccuino di Bento”-Neri Pozza

– Wassily Kandinsky ”Punto Linea Superficie” –Adelphi

– Wassily Kandinsky ”Lo spirituale nell’arte” –Adelphi

– Paul Klee “Teoria della forma e della figurazione” – Mimesis

– Betty Edwards “Disegnare con la parte destra del cervello” – Longanesi & C.

– Nato Frascà “L’Arte all’ombra di un’altra luce: Lo Scarabocchio degli adulti (la Psiconologia) “Editore  Franca D’Angelo Frascà

– William Kentridge “Sei lezioni di disegno” – Jhoan & Levi Ed.

– Lòrànd Hegyi “Significanti incertezze” – Saggio sul disegno contemporaneo – Hapax editore

 

prof.  Eclario Barone

PROGRAMMA DEL CORSO DI DISEGNO A.A.2019-2020

 

Crediti formativi (ECTS Credits): 6

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Pittura (Painting)

Sedi: Roma (Via di Ripetta) annuale

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2019-2020

Tipologia disciplina (Course Type): Teorico-pratica (Theoretical – Practical)

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):
Obiettivo del corso è di sviluppare, attraverso varie proposte operative e una continua riflessione individuale e collettiva, un originale e consapevole uso del segno, che permetta sia di tradurre e comunicare le proprie ricerche visive che organizzare e strutturare opere pittoriche più complesse.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):
Sperimentazione di varie modalità di disegno: tempo di esecuzione lento e veloce; ritmo del segno; energia del segno; disegno dal vero e d’invenzione; il negativo e il positivo; il disegno come progetto e come libera espressione; la composizione; l’uso delle griglie compositive e della geometria; disegno sintetico ed analitico; il chiaroscuro; l’uso del modulo e della texture; il ritratto; il corpo statico ed in movimento;  i significati simbolici del segno. Uso delle tecniche tradizionali e tecniche miste. Dal Segno istintivo alla Calligrafia, proposta della pratica e decodifica dello ‘Scarabocchio degli Adulti’ secondo la teoria Psiconologica di Nato Frascà.  Riferimenti alle modalità di disegno di artisti contemporanei e del passato: studio individuale (taccuino tematico) del quadro  ‘Les demoiselles d’Avignon’ di Pablo Picasso.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):
Lezioni teorico-pratiche individuali e collettive, approfondimento individuale, stages.

MODALITA’ DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):
Il corso prevede lezioni teoriche e attività di laboratorio: individuali, per gruppi e collettive, anche con l’impiego di modelli viventi, in aula e all’esterno (nella città, nella natura, in musei e mostre,…). Saranno richiesti approfondimenti individuali e di gruppo in preparazione ed in seguito alle lezioni frontali. Saranno utilizzate sia tecniche tradizionali che sperimentali. Sarà strutturale l’utilizzo di taccuini da riempire con disegni e schizzi dei temi proposti (1- mani, piedi, occhi, orecchie, bocca; 2- figure; 3- scorci e luoghi; 4- sviluppo di temi del libro: ‘Il taccuino di Bento’ di John Berger; 5- studio individuale de ‘Les demoiselles d’Avignon’ di Pablo Picasso.

MODALITA’ DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):
L’esame sarà preceduto da almeno due verifiche nell’arco dell’anno in cui si visioneranno i taccuini e le cartelle con tutto il lavoro svolto. I criteri di valutazione dell’esame saranno: la frequenza, l’evoluzione individuale dei temi proposti, l’esposizione e la qualità della presentazione del lavoro.

TEMA DELL’ANNO: “Les demoiselles d’Avignon” di Pablo Picasso, da analizzare ed elaborare.

APPROFONDIMENTI:

– ‘Il coltellino svizzero’

Tutto quello che un artista professionista deve sapere

un incontro con l’avv. Domenico Muzi

 ESPERIENZE:

– Il presidio del ‘d’aprés’

in collaborazione con il Museo Civico di Arte Moderna e Contemporanea di Anticoli Corrado

 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

John Berger ” Il taccuino di Bento”-Neri Pozza
– Wassily Kandinsky ”Punto Linea Superficie” –Adelphi

– Wassily Kandinsky ”Lo spirituale nell’arte” –Adelphi

– Paul Klee “Teoria della forma e della figurazione” – Mimesis

– Betty Edwards “Disegnare con la parte destra del cervello” – Longanesi & C.

– Nato Frascà “L’Arte all’ombra di un’altra luce: Lo Scarabocchio degli adulti (la Psiconologia) “Editore  Franca D’Angelo Frascà

– William Kentridge “Sei lezioni di disegno” – Jhoan & Levi Ed.

– Lòrànd Hegyi “Significanti incertezze” – Saggio sul disegno contemporaneo – Hapax editore

 

prof.  ECLARIO BARONE

Programma del corso: DISEGNO PER L’INCISIONE

a.a. 2019-2020 Secondo Semestre   nella sede di Roma (Via Ripetta)

MONTE ORE:  75        CREDITI FORMATIVI: 6

Il corso consiste di una parte teorica e di una parte pratica

La parte teorica  prevede

l’analisi, attraverso i testi consigliati, dell’opera di artisti di varie epoche (copia, analisi delle parti e dei segni, simbologie,…) che si sono espressi prevalentemente attraverso la forma grafica. Lettura del libro “IL TACCUINO DI BENTO” di John Berger, ed. Neri Pozza

la parte pratica prevede

-lo studio dal vero del corpo umano con un modello vivente  – esercizi in aula su vari temi inerenti lo studio del segno grafico, la composizione , la texture, le tecniche grafiche, l’illustrazione.

alcuni esempi di esercizi
– Progettare il proprio Monogramma -Il proprio ritratto astratto – Segno preciso e Segno spreciso- Disegnare un Vuoto – Disegnare un Pieno – Disegnare un Viaggio Diagonale -Disegnare un frammento di poesia – Disegni dal vero: La modella in posa  – Trame naturali all’Orto Botanico, lungo gli argini del Tevere,…

– Studio della natura dal vero e conseguente rielaborazione delle forme – esercizi grafici attraverso la pratica quotidiana del ‘taccuino’

TACCUINI:
– figure dal vero – nasi, mani, piedi, orecchie – daprès da opere di incisori a piacere con analisi dei segni
– textures: naturali, astratte,….
– Analisi grafica di un’opera  di Raffaello : copia, analisi delle parti e dei segni, composizione, simbologie, ….

– Visita a mostre,  musei, parchi ed orti botanici con la realizzazione di studi grafici con varie tecniche

– La pratica e la decodifica dello ‘Scarabocchio’ secondo la ‘Psiconologia’ di Nato Frascà.

– home working:

proposta di varie unità didattiche, esercitazioni grafiche, ….

BIBLIOGRAFIA

– John Berger “IL TACCUINO DI BENTO”, ed. Neri Pozza

– William Kentridge  ‘SEI LEZIONI DI DISEGNO’, Johan&Levi editore

– Betty Edwards  ‘Disegnare con la parte destra del cervello’, Longanesi editore

– Wassily Kandinsky  ”Punto Linea Superficie” –Adelphi

– Wassily Kandinsky  ”Lo spirituale nell’arte” –Adelphi

– Nato Frascà “L’Arte all’ombra di un’altra luce: Lo Scarabocchio degli adulti (la Psiconologia) “Editore Franca D’Angelo Xuan Frascà.

 

prof.  Eclario Barone

PROGRAMMA DEI CORSI DI:  DISEGNO E DISEGNO PER LA PITTURA  A.A.2019-2020 secondo semestre

 Crediti formativi (ECTS Credits): 6

Livello (Level): Triennio (Bachelor)

Corso di riferimento (Departments): Pittura (Painting)

Sede: Velletri (Convento del Carmine) secondo semestre

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2019-2020

Tipologia disciplina (Course Type): Teorico-pratica (Theoretical – Practical)

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):
Obiettivo del corso è di sviluppare, attraverso varie proposte operative e una continua riflessione individuale e collettiva, un originale e consapevole uso del segno, che permetta sia di tradurre e comunicare le proprie ricerche visive che organizzare e strutturare opere pittoriche più complesse.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):
Sperimentazione di varie modalità di disegno: tempo di esecuzione lento e veloce; ritmo del segno; energia del segno; disegno dal vero e d’invenzione; il negativo e il positivo; il disegno come progetto e come libera espressione; la composizione; l’uso delle griglie compositive e della geometria; disegno sintetico ed analitico; il chiaroscuro; l’uso del modulo e della texture; il ritratto; il corpo statico ed in movimento;  i significati simbolici del segno. Uso delle tecniche tradizionali e tecniche miste. Dal Segno istintivo alla Calligrafia, proposta della pratica e decodifica dello ‘Scarabocchio degli Adulti’ secondo la teoria Psiconologica di Nato Frascà.  Riferimenti alle modalità di disegno di artisti contemporanei e del passato: studio individuale (taccuino tematico) del quadro  ‘Les demoiselles d’Avignon’ di Pablo Picasso.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):
Lezioni teorico-pratiche individuali e collettive, approfondimento individuale, stages.

MODALITA’ DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):
Il corso prevede lezioni teoriche e attività di laboratorio: individuali, per gruppi e collettive, anche con l’impiego di modelli viventi, in aula e all’esterno (nella città, nella natura, in musei e mostre,…). Saranno richiesti approfondimenti individuali e di gruppo in preparazione ed in seguito alle lezioni frontali. Saranno utilizzate sia tecniche tradizionali che sperimentali. Sarà strutturale l’utilizzo di taccuini da riempire con disegni e schizzi dei temi proposti (1- mani, piedi, occhi, orecchie, bocca; 2- figure; 3- scorci e luoghi; 4- sviluppo di temi del libro: ‘Il taccuino di Bento’ di John Berger; 5- studio individuale de ‘Les demoiselles d’Avignon’ di Pablo Picasso.

MODALITA’ DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):
L’esame sarà preceduto da almeno due verifiche nell’arco dell’anno in cui si visioneranno i taccuini e le cartelle con tutto il lavoro svolto. I criteri di valutazione dell’esame saranno: la frequenza, l’evoluzione individuale dei temi proposti, l’esposizione e la qualità della presentazione del lavoro.

TEMA DELL’ANNO: “Les demoiselles d’Avignon” da analizzare ed elaborare.

APPROFONDIMENTI:

– ‘Il coltellino svizzero’

Tutto quello che un artista professionista deve sapere

Un incontro con l’avv. Domenico Muzi

 ESPERIENZE:

– Il presidio del ‘d’aprés’

in collaborazione con il Museo Civico di Arte Moderna e Contemporanea di Anticoli Corrado

 

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

John Berger ” Il taccuino di Bento”-Neri Pozza
– Wassily Kandinsky ”Punto Linea Superficie” –Adelphi

– Wassily Kandinsky ”Lo spirituale nell’arte” –Adelphi

– Paul Klee “Teoria della forma e della figurazione” – Mimesis

– Betty Edwards “Disegnare con la parte destra del cervello” – Longanesi & C.

– Nato Frascà “L’Arte all’ombra di un’altra luce: Lo Scarabocchio degli adulti (la Psiconologia) “Editore  Franca D’Angelo Frascà

– William Kentridge “Sei lezioni di disegno” – Jhoan & Levi Ed.

– Lòrànd Hegyi “Significanti incertezze” – Saggio sul disegno contemporaneo – Hapax editore

 

PROGRAMMA DEL CORSO DI  CROMATOLOGIA

prof  ECLARIO BARONE

a.a. 2019-2020   Primo Semestre   nella sede distaccata di Velletri

MONTE ORE:  75

CREDITI FORMATIVI: 6

Il corso consiste di una parte teorica e di una parte pratica

La parte teorica  prevede lo studio de

– L’apparato visivo – Le teorie del colore – Cenni di storia del colore – Caratteristiche dei colori – Colori primari, secondari, terziari, complementari – Colori naturali e colori artificiali – Significato simbolico dei colori

La parte pratica prevede

esercitazioni pratiche con

– Uso del cerchio cromatico per comprendere la tonalità, la luminosità e la saturazione – Applicazioni delle teorie del colore – Identificazione e miscela dei colori – Analisi e uso delle gamme cromatiche di alcuni artisti ed elaborazione di una propria ‘tavolozza’

OBIETTIVI FORMATIVI

Fornire agli studenti gli strumenti utili alla comprensione del colore come fenomeno complesso che trova la sua spiegazione nell’interazione tra luce, oggetto, soggetto e ambiente, entro il contesto percettivo, culturale, sociale, storico e artistico di ogni periodo.  Fornire le competenze pratiche per l’utilizzo consapevole del colore nelle opere d’arte visiva.

BIBLIOGRAFIA

– Alberto Boatto: DI TUTTI I COLORI. Editori Laterza Bari

– Betty Edwards: L’ARTE DEL COLORE, guida pratica all’uso dei colori. EDIZIONI LONGANESI

– Giuseppe Di Napoli: Il colore dipinto, teorie, percezione e tecniche, Einaudi Torino 2006

– Goethe Johann Wolfgang:  La teoria dei colori , Il Saggiatore

– Michel Pastoreau:  BLU Storia di un colore, Ed PONTE ALLE GRAZIE

– Michel Pastoreau:  NERO Storia di un colore Ed. PONTE ALLE GRAZIE

– Philip Ball:  COLORE una biografia. BUR

– Wassily Kandinskij:  LO SPIRITUALE NELL’ARTE, SE Milano