Agostini, Nicoletta

a.agostini@abaroma.it


 
Insegnamento: Storia dell’Arte
Storia dell’arte contemporanea; Didattica dei linguaggi artistici; Elementi generali di psicologia.

ANNO ACCADEMICO 2016-17 Programmi dei Corsi di: 1-Didattica dei Linguaggi artistici 2-Elementi generali di Psicologia 3-Storia dell’Arte contemporanea 1-DIDATTICA DEI LINGUAGGI ARTISTICI – 8-6 C.F. – TRIENNIO IN COMUNICAZIONE E DIDATTICA DELL’ARTE (obbligatorio) – Trienni e Bienni di altri indirizzi (a scelta) – a.a. 2016-2017 – Prof.ssa Nicoletta Agostini Il linguaggio artistico nasce dall’incrocio di tecniche, materiali, metodi, contesti e interpretazioni. La definizione dell’arte non è fondata sulla specificità del medium; dagli anni ’60, l’ attraversamento dei media, supporti non solo materiali ma tecnici, in divenire, ha imposto la necessità di ridefinire il linguaggio artistico, il concetto di stile e lo stesso concetto di medium artistico. La scelta del supporto tecnico è opera di creazione artistica che si lega alla tradizione e la reinventa e la ridefinisce, in relazione a nuove istanze culturali, nuovi pubblici, nuove tecnologie e nuovi strumenti interpretativi, in un rapporto bi-univoco. Il corso prevede un approccio costruttivo e creativo rispetto al fenomeno artistico, visto come stimolo di curiosità e domande. Partendo da proprie scelte e interessi motivati, ciascuno studente potrà individuare un proprio percorso di apprendimento-insegnamento. CONTENUTI: Esempi, tratti da quei fenomeni artistici che, attraverso l’uso di particolari procedimenti, materiali e modalità di intervento, svolgono la funzione di stimolo per la riflessione sul linguaggio dell’arte contemporanea, comprendendo ampie tematiche che riguardano: la dialettica rappresentazione-espressione-presentazione(riguardo all’og-getto, al corpo,ecc.), il segno e il gesto, tempo-movimento-processo, spazio rappresentato-spazio costruito-agito,unicità-serialità-riprodu-cibilità, ecc. Le lezioni si svolgeranno sia nel I° che nel II° semestre e compren-deranno i seguenti moduli: Procedimenti e tecniche e materiali che caratterizzano l’arte della seconda metà del 900 Visite alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e al MAXXI e, analisi di alcuni aspetti dei linguaggi artistici inerenti alle opere esposte. Sviluppo di possibili percorsi di lettura e di laboratorio su queste opere o sui temi delle lezioni OBIETTIVI: Acquisizione di una competenza di base nel saper individuare le caratteristiche linguistiche di fenomeni, interventi e oggetti artistici; acquisizione di competenze metodologiche di progettazione di un intervento didattico LEZIONI (annuale): Lezioni frontali, sugli argomenti del corso,visite esterne ed esercitazioni in aula sui temi trattati. ESAME: Verifica orale sugli argomenti del corso e eventuale esonero scritto da concordare Produzione di un progetto didattico da concordare che può riguardare: 1)un tema, un’opera e i suoi molteplici legami con tecniche e esempi artistici contemporanei o del passato, con la storia culturale, sociale politica, 2)la costruzione di una timeline su un periodo artistico. BIBLIOGRAFIA per la preparazione dell’esame: Foster H.,Krauss R.,Bois Y-A.,Buchloh B.H.D., Arte dal 1900,Bologna 2006, Zanichelli, pp. 15 -48(fotocopie);Bordini S. (a cura di), Arte contemporanea e tecniche. Materiali, procedimenti, sperimentazioni, Roma 2007; Pinto S. (a cura di), Galleria Nazionale d’arte Moderna. Le collezioni. Il XX secolo. Milano 2005, Electa (leggere soprattutto parte introduttiva). Testi da consultare: Carocci; Vettese A., Si fa con tutto-Il linguaggio dell’arte contemporanea, Roma-Bari 2010,Laterza; Francucci C., Vassalli P., Educare all’arte, Milano 2005, Electa: (Laboratori); Francucci C., Vassalli P., Educare all’arte, Immagini, Esperienze, Percorsi, Milano 2009, Electa; Dallari M., Francucci C., L’esperienza pedagogica dell’arte, Firenze 1998, La Nuova Italia , (cap.IV-IX); Staccioli G., Immagini fatte ad arte. Educare alla comunicazione visiva, Roma 2000, Carocci; Dallari M.,L’arte come educazione sentimentale,Cinisello Balsamo 2002, Art’è. Ulteriori indicazioni bibliografiche di approfondimento verranno fornite nel corso delle lezioni. 2 – ELEMENTI GENERALI DI PSICOLOGIA – 6 C.F.- BIENNIO IN ARTE PER LA TERAPIA (obbligatorio), Altri indirizzi (a scelta) a.a. 2016-2017 – Prof.ssa Nicoletta Agostini – OBIETTIVI: Il corso si propone di fornire gli strumenti per una comprensione del ruolo evolutivo dei laboratori artistici nella riabilitazione di persone che soffrono di un disagio psico-sociale e per avviare un percorso di auto-riflessione degli operatori, che consenta l’instaurarsi di un’efficace relazione nel contesto riabilitativo e una rielaborazione e auto-monitoraggio degli intensi vissuti connessi a questo particolare tipo di relazione. CONTENUTI: Metodologia e teoria della psicologia clinica. Modelli teorici. Da una teoria della mente individuale ad una teoria della mente relazionale Processi e funzioni mentali: Memoria, apprendimento, attenzione, percezione,emozioni, pensiero, intelligenza, linguaggio, coscienza. Lineamenti di teoria dello sviluppo. Modelli e stili di attaccamento. Simbolizzazione, Rappresentazione, Mentalizzazione e Teoria del Codice Multiplo. Il contributo delle neuroscienze per la comprensione della mente: tra empatia e regolazione affettiva. La relazione d’aiuto tra cura e prendersi cura. Il setting laboratoriale e lo spazio e ‘oggetto transizionale’ di Winnicott. Le abilità per la vita: ‘skills for life’ e il contesto riabilitativo. L’educazione socio affettiva: un modello per l’intervento scolastico e la sua utilità nel rielaborare l’esperienza estetica. L’approccio psicologico all’interculturalità. ESAME: orale esito in trentesimi BIBLIOGRAFIA: Bibliografia obbligatoria: Falabella M., L’ABC della psicologia generale, Roma 2010, Ma.Gi Edizioni scientifiche (sino a p. 158). Psicoanalisi e neuroscienze. Risonanze interdisciplinari, a cura di G. Moccia e L. Solano, Milano 2009, Franco Angeli, pp..29-53, 157-173, 174-206. Grasso M., La relazione terapeutica, Bologna 2010, Il Mulino, capp.1-2, pp.16-45, 47-77; Mantovani G., Dalla psicologia culturale alla prospettiva interculturale. Un percorso di ricerca, Pdf. Letture di approfondimento: Ruggeri V., L’esperienza estetica, Roma 1997, Armando editore; Legrenzi P. Storia della psicologia, Bologna 1980, Il Mulino. LeDoux J. , Il cervello emotivo. Alle origini delle emozioni,2003, Dalai editore. Winnicott D.W., Gioco e realtà, Roma 1971(rist. 2005), Armando editore. Carli R., Analisi della domanda. Teoria e tecnica dell’intervento in psicologia clinica, Milano 2003, Franco Angeli Editore. Damasio A., L’errore di Cartesio. Emozione, ragione e cervello umano, Milano 1995, Adelphi. Tomai M. (2004), Strategie di empowerment nella comunità scolastica, pp. 79-117, in particolare pp. 101-117, in “Francescato D., Tomai M., Mebane M.E. (2004), psicologia di comunità per la scuola, l’orientamento e la formazione, esperienze faccia a faccia e on-line, Bologna, Il Mulino. Favaro G. , Luatti L., L’intercultura dalla A alla Z, Milano 2004, Franco Angeli editore. Leone L., Prezza M., Costruire e valutare i progetti nel sociale. Manuale operativo per chi lavora su progetti in campo sanitario, sociale, educativo e culturale, Milano 2003, Franco Angeli editore. 3 – STORIA DELL’ARTE CONTEMPORANEA –BIENNIO (tutti) – 6-8 C.F.- a.a. 2016-2017- Prof.ssa Nicoletta Agostini Trasformazioni del ritratto nella ricerca artistica della seconda metà del 900 Il corso ripercorre le trasformazioni che il ritratto come genere storico e l’autoritratto come atto fondante l’identità dell’artista, hanno subito nel XX secolo. Superando il pregiudizio nei confronti della figurazione, della mimesi e del ritratto da parte della critica negli anni ’70, dopo gli anni ’90, la ‘svolta iconica’ ha riportato al centro del dibattito l’immagine e il ri-trarre. E’ obiettivo del corso riflettere sulle ricadute che hanno avuto sul ritratto una nuova idea di figurazione, il rapporto con fotografia e video, la presenza più consistente delle donne sulla scena dell’arte, il confronto con questioni che investono l’identità individuale e collettiva, una visione dell’io come molteplice e contestuale che si confronta con la dimensione collettiva e di genere. Se in passato il ritratto ha avuto una funzione prioritaria di delega e rappresentazione individuale, nella seconda metà del ‘900, al centro è l’interrogazione sul rapporto io-altro e sui rapporti di potere che passano attraverso lo sguardo e il suo controllo. Il ritratto è traccia e mappa di un percorso, territorio da esplorare e la sua funzione non solo quella di rispecchiamento di parti sé, schermo di proiezione di vissuti personali o maschera, ma strumento riflessivo di un viaggio nella storia sociale e culturale e richiesta di contatto e confronto. Il ‘ritratto’ , come dispositivo, si pone servizio dello sguardo ed è occasione di un viaggio e di una narrazione contingente e parziale che s’estende al di là della individualità al ritratto collettivo. Inoltre, se in passato la rappresentazione di sé affidata al ritratto, come la parte per il tutto, metteva in secondo piano il corpo, nell’arte contemporanea supera la dicotomia e la gerarchia mente /corpo e include tutto il corpo, in uno stretto rapporto con il luogo, la presenza, l’assenza e la memoria. Saranno prese ad esempio le opere di artisti quali: Vito Acconci, Eleanor Antin, Francis Bacon, Christian Boltansky, Sophie Calle, Chuck Close, Sabine Delafon , Marlene Dumas, Tracey Emin , Douglas Gordon, Roni Horn, Douglas Huebler, Mary Kelly, ,Sherrie Levine, Urs Luthi, Ottonella Mocellin, Tracey Moffat, Bruce Nauman, Luigi Ontani, Roman Opalka, Gina Pane, Giulio Paolini, Jaume Plensa Gerhard Richter, Thomas Ruff, Cindy Sherman, Fiona Tan, Wolfgnag Tillmans ,Felix Gonzalez Torres, Bill Viola, Luca Vitone, Jeff Wall, Andy Warhol, Gillian Wearing, Shizuka Yokomizo. OBIETTIVI: E’ obiettivo del corso riflettere sulle ricadute che hanno avuto sul ritratto una nuova idea di figurazione, il rapporto con la fotografia e i nuovi media, la presenza più consistente delle donne sulla scena dell’arte, il confronto con questioni che investono l’identità individuale e collettiva, una visione dell’io come molteplice e contestuale. ESAME: Lo svolgimento dell’esame consiste nella discussione di una ricerca personale che può prevedere una tesina, un progetto artistico o laboratoriale concordati nei temi e nella bibliografia. L’esito è in trentesimi BIBLIOGRAFIA DI RIFERIMENTO: AA.VV., Identità-Alterità figure del corpo, Biennale di Venezia, Esposizione internazionale d’arte, Marsilio, Venezia, 1995. Alberto Boatto A.(1998), L’autoritratto moderno da Van Gogh a Warhol, Bari, Editori Laterza, Jean Luc Nancy – a cura di (2013) L’altro ritratto, Milano, Electa Matteo Fochessati, Sandra Solimano – a cura di (2003) In faccia al mondo: il ritratto contemporaneo nel medium fotografico,Genova, Neos, Hans Belting (2011), Antropologia delle immagini, Carocci Editore, Hans Belting(2014),Facce – Una storia del volto, Carocci, Roma Fabiola Naldi, I’ll be your mirror, – Travestimenti fotografici, Roma, Cooper Castelvecchi Giuliana Bruno(2015), Atlante delle emozioni:in viaggio tra arte, architettura e cinema , Monza, Johan & Levi, Andrea Pinotti e Antonio Somaini Teorie dell’immagine – Il dibattito contemporaneo, Milano, Raffaello Cortina Editore Carla Subrizi (2012), Azioni che cambiano il mondo. Donne, arte e politiche dello sguardo, Postmedia books, Milano, Emanuela De Cecco, Gianni Romano (2002),Contemporanee. Percorsi e poetiche delle artiste dagli anni Ottanta ad oggi, Postmedia Books, Milano David Campany (2011), Arte e Fotografia, Phaidon, London T. Warr (2006), Il Corpo dell’artista, Phaidon, London Ulteriori indicazioni bibliografiche di approfondimento verranno fornite nel corso delle lezioni.

Comunicazioni studenti

Le lezioni della Prof.ssa Agostini di: Didattica dei Linguaggi artistici si svolgono secondo il seguente calendario: I° semestre: giovedì ore 8.30 – 11.00 aula 7B Campo Boario II semestre : giovedì ore 8.30-10.30 aula 206 Ripetta Elementi Generali di psicologia I°semestre venerdì ore 8.30-12.00 aula 4A Campo Boario Storia dell’Arte contemporanea : II semestre: venerdì 8.30 -13.30 – aula 4A Campo Boario Ricevimento studenti: I° semesre: giovedì 11.00 – 12.00 II° semestre: giovedì 11.00 – 13.00 Gli studenti interessati sono pregati di concordare via mail il giorno di ricevimento.